Spirit of Scoltand – Rome Whisky Festival, passione e cultura

Due giorni per degustare, ma anche per conoscere, imparare e confrontarsi. Dal 5 al 6 marzo prossimi, si svolgerà Spirit of Scoltand – Rome Whisky Festival, un’occasione importante per conoscere ed apprezzare il più nobile tra i distillati, notoriamente apprezzato dagli uomini di tutti le età.

Arrivato alla sua quinta edizione, Spirit of Scoltand – Rome Whisky Festival, è ormai divenuto per la Capitale e non solo un appuntamento immancabile, per appassionati, autentici cultori, ma anche per i neofiti, ovvero per coloro che vogliono avvicinarsi a questo straordinario mondo.

Due giorni, dal 5 al 6 marzo al Salone delle Fontane all’EUR di Roma, in cui sarà possibile vivere al meglio la passione per il whisky, che saranno anticipate da una serata di gala esclusiva, alla quale potrà partecipare 100 tra professionisti, manager, imprenditori, giornalisti e addetti ai lavori, ai quali verrà offerto un menù degustazione di prima scelta, con un’attenzione particolare alle eccellenze enogastronomiche del territorio, alla genuinità dei prodotti utilizzati e una cura impareggiabile per la presentazione e il dettaglio. Saranno presentati piatti in abbinamento al più noto dei prodotti di casa Johnnie Walker, raccontati per l’occasione da Franco Gasparri, Brand Ambassador della Diageo

“Spirit of Scoltand – Rome Whisky Festival, è un evento volto a promuovere la valorizzazione e la diffusione della cultura del whisky di malto attraverso un approccio basato sull’interazione tra business, formazione ed entertainment. Un appuntamento che favorisca la divulgazione del whisky in un sistema basato sull’interazione tra i principali attori del settore e offra al pubblico una vera e propria ‘enciclopedia’ del mondo fine spirits”, ci ha detto Andrea Fofi, uno dei manager organizzatori della manifestazione.

Rispetto agli anni passati, non mancano le novità, a partire dall’area dedicata interamente agli American Whiskey con importanti brand come Mitchers, Hudson, Bulleit, Wild Turkey e tante altre. All’interno dell’area cocktail, verranno coinvolte, dal nord al sud dell’Italia, le principali realtà del mondo della mixology: saranno presenti i ragazzi del 1930 e del Casa Mia di Milano, i ragazzi del Jerry Thomas Project di Roma e ancora l’Argot, il Banana Republic, il Caffè Propaganda, il Porto Fluviale tutti capitanati dai loro bar manager.

Insomma, un appuntamento da non perdere, in cui poter vivere a pieno ed in maniera responsabile la propria passione, ed imparare ad apprezzare fino in fondo le grandi firme del settore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *