,

Moleskine presenta lo Smart Writing Set

Tutti nella propria tasca della giacca hanno avuto o hanno un Moleskine. Un oggetto semplice in sé: un libricino per gli appunti con la copertina rigida a cui a volte è associata una matita. Ma nell’epoca degli smartphone e della scrittura digitale anche questo oggetto cult avrebbe potuto diventare obsoleto ed inutile. La grande vittoria di questa azienda produttrice è stata di… adeguarlo ai tempi in cui viviamo. Smart Writing Set ne è la dimostrazione pratica.

Un nuovo modo di lavorare, creare e studiare. Molestie ha presentato uno speciale taccuino, una penna e un’app che combinati insieme permettono di digitalizzare appunti e schizzi creati su carta trasformandoli in testi e immagini digitali, pronti per essere editati e istantaneamente condivisi tramite smartphone, tablet o laptop. Il nuovo Smart Writing Set è un sistema composto da tre elementi che funziona senza passaggi intermedi di foto, caricamenti o scansioni.  Il Paper Tablet, un taccuino di carta con bordi arrotondati per farlo assomigliare a un tablet, la Pen+, una penna in alluminio relativamente sottile rispetto ad altre smartpen, dotata di una microcamera che traccia e digitalizza la scrittura, la Notes App su cui salvare appunti e schizzi, condividerli, esportarli, modificarli e ricercarli.

Un set di strumenti che rappresenta l’ultima evoluzione dell’eredità Moleskine, una marca nata come celebrazione dei piccoli taccuini neri utilizzati da pensatori, artisti e scrittori d’avanguardia del passato, che rifuggivano l’ambiente accademico e sentivano il bisogno di creare liberamente mentre si trovavano per le strade, nei caffè o in viaggio. In continuità con questa storia, lo Smart Writing Set è stato sviluppato per i professionisti creativi di oggi, sempre connessi, professionisti e studenti che lavorano con le idee, le parole, le immagini.

Volete vedere come funziona? Vi basterà osservare questo video per capire meglio cosa Moleskine ha preparato per tutti i suoi fan!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *