Start up innovative del Lazio: in arrivo il rimborso IRAP

Ogni tanto qualche buona notizia arriva e per le start up innovative soprattutto, gli aiuti, giustamente non mancano. È arrivato il via libera dalla Regione Lazio al provvedimento che autorizza il rimborso dell’Irap per le start up innovative, un intervento per il quale già per quest’anno è a disposizione un milione di euro.

La Giunta Regionale ha approvato in via definitiva – dopo aver ricevuto il parere favorevole all’unanimità della Commissione Attività Produttive della Pisana – la delibera che stabilisce le modalità e i criteri per la concessione delle risorse del “Fondo per la riduzione della pressione fiscale a carico delle imprese start up innovative”, per il quale la Legge di Stabilità regionale 2016 ha stanziato un milione di euro per ogni annualità del triennio 2016-2018.

Saranno le startup innovative iscritte nella apposita sezione speciale del registro delle imprese del Mise a beneficiarne, ma devono avere delle caratteristiche ben precise: devono avere almeno una sede operativa nel Lazio, aver avviato l’attività dopo il 1° gennaio 2012 e abbiano effettuato versamenti di imposte Irap per i primi due esercizi fiscali senza aver già ottenuto da altre amministrazioni la restituzione delle somme. Il rimborso fiscale, che sarà totale o parziale a seconda del numero delle domande pervenute, riguarderà l’Irap dei primi due esercizi fiscali, ma potrà essere richiesto anche per uno solo.

Le imprese che vorranno accedere al contributo regionale dovranno partecipare a un Avviso Pubblico di prossima pubblicazione e compilare un’apposita domanda, allegando copia della dichiarazione utile ai fini Irap e dei relativi versamenti F24 effettuati.

“Con questo provvedimento vogliamo contribuire a liberare risorse per gli investimenti delle imprese più giovani e dinamiche, le startup innovative – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani – Queste rappresentano un elemento fondamentale, cruciale per il futuro dell’economia della nostra Regione, che deve essere orientata sempre di più verso produzioni ad alto contenuto di innovazione e valore aggiunto tecnologico. L’impegno di questa amministrazione per l’imprenditoria e lo sviluppo continua”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *