A Milano nasce l’Innovation Lab di Econocom

Enrico Tantussi_Country Manager Econocom

Uno spazio fisico che si trasforma in un punto d’incontro, scambio e condivisione dedicato a tutti coloro che vogliono saperne di più sulla digital revolution. Da Econocom, azienda leader di mercato nella digitalizzazione delle imprese, nasce Innovation Hub che fornirà occasioni divulgative e di confronto all’insegna della contaminazione e della creatività tramite workshop e incontri tematici.

Il primo degli appuntamenti dedicati all’universo digitale si terrà martedì 20 giugno presso la nuova sede milanese di Econocom, in Via Varesina 158. Seguiranno altri 3 incontri: il 29 giugno su Cybercrime Prevention, il 4 luglio su Millennial’s view e il 13 luglio su Open API.

Dai manager di aziende che spesso faticano a governare il cambiamento e cercano sempre di più riferimenti autorevoli che possano aiutarli, a startupper ed influencer del mondo tecnologico, fino alle persone comuni appassionate di tecnologia e al personale stesso di Econocom che vuole conoscere ancora meglio le tematiche digital su cui l’azienda fonda la sua expertise: l’obiettivo dell’Innovation Hub è proprio quello di rendere accessibile a tutti il mondo digitale, rivolgendosi a diversi target che hanno come punto in comune la volontà di scoprire di più sul mondo della digital transformation.

La nascita dell’Innovation Hub concretizza inoltre il nuovo posizionamento di Econocom e il nuovo concept di comunicazione del 2017, #COMEON. In questa direzione, Econocom diventa un vero e proprio abilitatore di soluzioni digitali per agevolare il progresso e la competitività delle aziende.

“Confrontarsi e fare rete costituisce sempre un’opportunità e quando sono le idee ad essere condivise non possono che uscirne spunti interessanti e occasioni di crescita”, commenta il Country Manager di Econocom Italia, Enrico Tantussi. “Per noi il futuro è già qui, è accessibile e disponibile e in questo nuovo spazio vogliamo diffondere quanto più possibile la filosofia Econocom, perché il primo ambito in cui agire per arrivare alla vera rivoluzione tecnologica è quello culturale. Quando il cambiamento sarà davvero visto come necessario dalle persone e dalle organizzazioni, allora scatterà la molla che porterà all’azione vera e propria”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *