Alessandro Novello: “Axpasia, top brand nato da intuizioni e ricerche”

Alla base dei successi di un’azienda come Axpasia, c’è tanto lavoro, una grande dose di creatività e la genialità nelle scelte. La famiglia Novello ha un’esperienza straordinaria nel settore ed ha scelto di puntare su una categoria di prodotti esclusiva, partendo dal presupposto che il mercato lo richiede. Alessandro Novello, Marketing Manager di Axpasia, ci svela i segreti del successo dell’azienda e le caratteristiche dei prodotti.

Come nasce l’idea di Axpasia?

Axpasia nasce dalla volontà della casa madre e dei suoi titolari di poter esprimere con proprio gusto tutto il know how acquisito nell’arco di 40 anni nel campo della fornitura conto terzi di altissimo livello. La storica Novello srl, fondata nel lontano 1973, ha sempre offerto alle più prestigiose firme del mondo, il massimo nel campo delle lavorazioni dei pellami e dell’industrializzazione dei prodotti per permettere una distribuzione mondiale. Le sfide di tutti i giorni nel campo della moda, dell’automotive, del mobile, della gioielleria, dell’arredamento e tanti altri ci hanno dato delle linee guida per poterci presentare con il nostro concetto di lusso e qualità grazie a delle collezioni altamente prestigiose. Nel tempo abbiamo oltretutto prodotto accessori mobile per una grande casa madre finlandese ed abbiamo avuto l’onore di collaborare con designer di fama internazionale riuscendo a coniugare ricerca, gusto , qualità e grandi numeri. Axpasia nasce quindi non da un’idea soltanto ma da un assieme di intuizioni e ricerche nello sviluppo e nella produzione degli articoli più importanti al mondo il tutto unito ad un comparto industriale di primo livello e con tecnologie all’avanguardia che poche altre realtà possiedono ed implementano ogni giorno come Axpasia.

Qual è il vostro target di riferimento?

È sicuramente alto, ma non solo, può essere apprezzato da chiunque se l’occhio e la mano della persona intuiscono nei nostri prodotti una similitudine ad altri articoli che nel tempo sono diventati prodotti di riferimento per qualità, design ed affidabilità. Una Luxury Cover già di per sé può esprimere il suo target di riferimento: la parola “luxury” non è solo sinonimo di alto posizionamento sociale, ma è anche espressione di qualità nei materiali e nella cura di ogni singolo pezzo per cui chiunque voglia un prodotto eccezionale può tranquillamente affidarsi ad Axpasia. Ci posizioniamo molto bene nelle boutique più prestigiose d’Italia ma anche negli ambienti di ricerca internazionale (come concept store e multibrand store) grazie ad un costante e non trascurabile investimento nel marketing come la presenza a livello internazionale durante le settimane della moda Europee o nelle importantissime fiere mondiali di settore nel campo orafo , da Las Vegas ad Hong Kong , da Dubai a Londra.

Quali sono le caratteristiche dei vostri prodotti?

I nostri prodotti che vanno dal settore mobile a quello orafo presentano caratteristiche senza eguali poiché ogni collezione è semplicemente unica. Nel mercato non può esserci nulla di simile, è tutto interamente realizzato e personalizzato all’interno del nostro impianto industriale, ogni parte che sia di pelle, di alluminio, di plastica o di oro è stato progettato esclusivamente per ogni prodotto. In commercio acquistiamo solo le materie prime, poi viene tutto trasformato internamente attraverso processi produttivi che ci siamo costruiti dalla A alla Z. Ogni struttura interna alla cover, realizzata con plastiche di altissima qualità, è stampata all’interno della nostra azienda grazie a stampi di nostra produzione. Ogni pezzo di pelle è ritagliato e numerato a seconda dell’animale e delle caratteristiche che possiede il materiale, viene catalogato ed un giorno in futuro potrà essere riprodotto se necessario. Ogni struttura in alluminio dei cofanetti per la gioielleria viene incisa pezzo per pezzo con dei macchinari precisi all’unità di misura del micron (quanto un capello). I fornitori dei pellami esotici, come per il pitone o il coccodrillo, ci consentono di avere la tracciabilità dell’animale allevato avendo quindi un’etica di approvvigionamento che segua gli standard internazionali, potendolo successivamente comunicare all’interno del prodotto quando un cliente lo acquista.

Che tipo di mercato è il vostro?

È un mercato che ci consente di spaziare a 360° perché chiunque possiede uno smartphone o un gioiello. Questa versatilità di pubblico ci permette di offrire stili e tendenze di ogni genere e grazie all’analisi del marketing le stagioni successive potranno essere arricchite o rivoluzionate. È comunque un mercato difficile perché il pubblico è da pochi anni che si sta facendo una cultura sulla protezione del proprio smartphone e nella qualità dei prodotti che già esistono nel mercato. Essendo i telefono (stranamente) sempre più fragili, ma sempre più costosi abbiamo investito in materiali che REALMENTE consentono di proteggere il telefono, ma che offrano anche un ottimo aspetto nel tempo.  Per far sì che il pubblico apprenda che siamo la “Ferrari o la Rolls-Royce” delle cover c’è bisogno di un po’ di tempo perché arrivare al pubblico finale è notevolmente difficile dovendoci confrontare nella distribuzione con i classici ma importanti marchi della moda e dell’accessorio. Per questo motivo investiamo molto tempo nel creare eventi all’interno dei negozi nei quali partecipa anche la proprietà e personalizzando al momento l’accessorio Axpasia oltre che poter fornire al pubblico tutte le informazioni sul prodotto raccontando da chi lo ha creato. Possediamo alcune piccole presse trasportabili e tramite delle matrici e foglie d’oro incidiamo le iniziali su pelle soddisfacendo al meglio la cliente.

Quali sono i vostri canali distributivi?

Come già accennato sono le boutique più prestigiose, dove ancora il titolare racconta la storia del prodotto, i negozi di ricerca internazionali, le fiere di settore e gli eventi nei quali raccontiamo e personalizziamo i prodotti all’interno dei negozi. Solo nel mese di dicembre svilupperemo 6 eventi nelle più grandi città italiane e nelle località di villeggiatura invernale più ambite. Non vorrei trascurare l’online e la sua potenza: grazie ad esso possiamo trasmettere quello che sta accadendo in tempo reale attraverso i social e possiamo comunicare al nostro pubblico eventi o novità nei prodotti molto rapidamente e con un riscontro immediato sia di preferenze che di vendite.

Da dove nascono le vostre ispirazioni?

Attraverso la casa madre ed al suo business core nel mondo fashion ci è stato richiesto di tutto e da tutti. Da semplici schizzi del designer o stilista molte volte siamo arrivati al prodotto finito avendolo trasformato dalla sua idea originale per impedimenti tecnici. In queste trasformazioni che includono moltissima ricerca di lavorazioni e materiali arriviamo a degli step produttivi che ci ampliano le possibilità e scopriamo nuovi effetti. Queste sfide giornaliere fanno sì di poter ottenere dei prodotti mai visti e dall’eccezionale qualità con una catena produttiva senza margini d’errore, costruita più di 3 anni fa e che oggi può produrre decine di migliaia di prodotti Axpasia.

Continuerete a puntare sulle limited edition e gli alti di gamma o prevedete anche di produrre accessori più accessibili?

No, purtroppo vogliamo le pelli migliori, vogliamo la qualità nella produzione e vogliamo qualcosa che nessuno offre, perciò questa resterà la nostra fascia di prezzi che è molto più onesta di tantissime cover nel mercato che sono sovrapprezzate. Un esempio lampante può essere una classica cover in plastica trasparente con qualche cristallo applicato che costa il doppio di una tra le più belle di Axpasia. Purtroppo il pubblico ignora quale sia la qualità ed il giusto prezzo. Noi essendo produttori lo sappiamo e cerchiamo di offrire una fascia prezzo accessibile a chi vuole un prodotto di qualità e di manifattura Italiana.

Nel 2015 avete avviato un nuovo piano industriale: ce ne parla? 

È un piano che abbiamo sviluppato per permetterci di arrivare a una crescita importante nel triennio 2015-2018. Le cose stanno andando benissimo. Il mercato che più ci darà risposte sarà quello dell’antincendio. Ma anche dal punto di vista delle facility cresciamo molto rispetto al mercato nazionale.

Lei è l’azionista di riferimento dell’azienda e fondatore: quanto sente la responsabilità di gestire una realtà tanto grande?

Chi fa il mio lavoro (e lo fa divertendosi), deve guardarsi allo specchio e fare un sereno esame di coscienza. Il peso delle responsabilità lo sento e lo porto avanti grazie al lavoro di squadra dei miei collaboratori che consente una condivisione delle responsabilità. Questo permette anche di vivere i momenti di difficoltà in modo migliore.

Avrebbe mai pensato all’inizio di raggiungere simili risultati?

Francamente no. Ci eravamo posti degli obiettivi: li abbiamo raddoppiati e ora abbiamo fatto anche meglio. Volevo realizzare una grande impresa. Oggi lo siamo e quello che abbiamo fatto mi rende fiero e ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato a realizzare questo grande sogno.

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

David Di Castro

David Di Castro

Direttore Responsabile di Uomo&Manager, Lusso Style e Uomo&Motori. Scrive per passione da tutta la vita.

Lascia un commento