Alitalia, la nuova era ha preso il volo

IMG_6400

È iniziata ufficialmente oggi la nuova era di Alitalia. All’aeroporto di Fiumicino, infatti, il presidente della compagnia Luca Cordero di Montezemolo, il vice presidente James Hogan e l’amministratore delegato Silvano Cassano, hanno svelato le strategie della azienda, acquisita (e salvata) per il 49% dalla Etihad Airways. “Oggi inizia ufficialmente il viaggio della nuova Alitalia: dobbiamo guardare avanti, sapendo da dove si è partiti”. Queste le parole con cui ha esordito Luca Cordero di Montezemolo.

Un giorno molto importante per la nuova compagnia di bandiera, in cui brilla una nuova mentalità imprenditoriale, guidata da un management che si è imposto un obiettivo ambizioso ma non impossibile: riportare i conti in attivo entro il 2017. A dirlo è stato James Hogan, che è anche presidente e amministratore delegato di Etihad Airways. “La vecchia Alitalia aveva un buon brand ma era in difficoltà sotto il profilo del business. Adesso siamo sulla strada giusta per assistere alla rinascita di questa compagnia così rappresentativa, oggi avviata verso una nuova stagione di successi commerciali. I passi compiuti dal management di Alitalia negli ultimi cinque mesi sono stati ammirevoli. Quella che vediamo oggi è un’azienda più sicura delle proprie capacità. Per la nuova Alitalia, il futuro è luminoso”.

“Stiamo entrando in una nuova era. I nostri investimenti in formazione non hanno precedenti nella storia di Alitalia. Coinvolgiamo migliaia di colleghi, per assicurarci che tutti abbiano gli strumenti adeguati per conseguire i più alti standard del settore”, ha dichiarato invece Silvano Cassano, ad della nuova Alitalia.

Nuovo look per un futuro luminoso

Insieme alle novità strategiche, che prevedono investimenti per 350 milioni di Euro nei prossimi 3 anni, nuove rotte intercontinentali (la prima delle quali è stata inaugurata oggi per Seoul da Roma) e una nuova flotta di aerei, la nuova Alitalia si presenta anche con un nuovo look e nuovi servizi a bordo, che la rendono competitiva al massimo con le più forti compagnie del mondo. “La livrea dei nostri aerei viene universalmente associata all’Italia ed è considerata iconica e immediatamente riconoscibile. Tuttavia era chiaro che avesse bisogno di evolversi per portare Alitalia nel XXI secolo, in modo da realizzare i nostri ambiziosi obiettivi e rispondere alle più esigenti aspettative del mercato.Quello che vedete oggi è un esempio di stile italiano classico ma proiettato nel futuro, moderno e innovativo. Si tratta di ricongiungere Alitalia all’Italia e di contribuire a promuovere il nostro Paese nel mondo con uno sforzo collettivo a 360 gradi che vedrà impegnata tutta l’azienda”, ha detto Montezemolo.

Per la prima volta dopo 46 anni scompare dalla fusoliera la tradizionale banda verde. La nuova livrea è quindi oggi dominata dalla “A” tricolore sul timone, resa ancora più grande con l’obiettivo di rappresentare la bandiera italiana nel mondo con ancora maggiore evidenza. Il disegn del marchio diventa più moderno, abbandonando il carattere corsivo per comunicare una nuova Alitalia più consapevole ed assertiva.

La fusoliera avorio perlato aggiunge un elemento di stile ed eleganza italiana al tutto, mentre una serie di bande che si inclinano progressivamente verso la coda dell’aereo conferiscono un senso di dinamismo e rapidità. Il nuovo brand, vivace e contemporaneo, caratterizza anche le cabine degli Airbus, dei Boeing e degli Embraer della flotta di Alitalia, tra le più moderne in Europa. I nuovi interni sono più freschi, eleganti e dall’inconfondibile gusto italiano, con dettagli di design che richiamano quelli delle più prestigiose auto sportive.

A bordo sono presenti importanti marchi italiani, quali i pellami Poltrona Frau, che ha disegnato i rivestimenti delle poltrone della nuova Business Class, le lenzuola Frette, le porcellane Richard Ginori e i kit di prodotti di benessere Ferragamo. E soprattutto sarà possibile usufruire di una connessione WIFI.

L’Airbus A330 che ha mostrato oggi la nuova livrea alla stampa presente è stato dato il nome di Artemisia Gentileschi. Vissuta del XVII secolo, Artemisia è considerata la più importante artista classica italiana, oltre che un simbolo di coraggio e di dignità.

Il nuovo aereo presentato oggi effettuerà il suo primo volo di linea domani 5 giugno, da Roma ad Abu Dhabi, con rientro a Milano.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *