Apple, ecco iOS7 e l’iRadio

iOS7 è arrivato ed è stato presentato in occasione del Worldwide  Developers Conference di Apple. Gli utenti Apple sono già in fibrillazione. Ma cosa cambia? Saranno oltre duecento le novità, ma quella che balza subito all’occhio, senza nemmeno metter mano alle app, è il design. Per creare la nuova immagine, Apple è ricorsa nientemeno che a Jony Ive, grande creatore delle migliori opere di Apple e grande amico di Steve Jobs, con cui collaborava gomito a gomito. Un taglio netto col passato, che apre le porte al futuro dell’azienda di Cupertino. L’interfaccia utente è nuovo, ma Apple giura che gli utenti non avranno difficoltà ad adeguarsi, poiché risulterà loro familiare già al primo impatto. La nuova immagine sfrutta tutto lo schermo e per questo il dispositivo appare da subito più grande. I font ridisegnati sembrano risplendere sul display Retina. il nuovissimo iOs7 sarà disponibile per tutti in autunno.

“iOS 7 è l’aggiornamento più significativo di iOS dall’introduzione del primo iPhone,” ha dichiarato Craig Federighi, Senior Vice President Software Engineering di Apple. “Per crearlo, abbiamo messo insieme un team con un’ampia gamma di competenze, dal design all’engineering. Visto quello che siamo riusciti a ottenere insieme, consideriamo iOS 7 come un nuovo, fantastico inizio”.

“C’è una profonda e duratura bellezza nella semplicità, nella chiarezza e nell’efficienza. La vera semplicità è molto più che semplice assenza di confusione e fronzoli – si tratta di portare ordine nella complessità”, ha detto Jony Ive, Senior Vice President of Design di Apple. “iOS 7 è una chiara rappresentazione di questi obiettivi. Ha una struttura totalmente nuova che è coerente e applicata all’intero sistema”.

Una delle novità di rilievo è l’introduzione del Control Center, che raccoglie i controlli a cui l’utente vuole avere accesso in un unico posto: basta sfiorare la base dello schermo per disattivare il Bluetooth, mettere il Wi-Fi in modalità aereo ecc. Il Centro Notifiche è ora disponibile dalla schermata di blocco e ciò permette di vedere tutte le notifiche sfiorando lo schermo, mentre la nuova funzione Today in Centro Notifiche offre una vista panoramica sugli impegni della giornata.

Il nuovo Multitasking permetterà agli utilizzatori di passare da un’app all’altra con grande facilità; anche Siri è stato notevolmente potenziato. Le app Fotocamera e Immagini sono state migliorate (nella prima sono stati aggiunti nuovi filtri e ci sarà l’opzione foto quadrata). In immagini c’è ora la funzione Moments, un nuovo modo di organizzare in automatico le foto e i video in base alla data e al luogo in cui sono stati ripresi. Anche Safari ha una nuova interfaccia che permette un miglioramento nella visualizzazione dei contenuti.

AirDrop, apre poi, un’ulteriore possibilità: permette di condividere in modo facile e veloce i contenuti con i propri amici e non solo. Quando l’utente vuole condividere qualcosa, AirDrop gli mostra i contatti che gli sono prossimi. Basta scegliere con chi condividere… al resto pensa lui.

Una delle novità più attese era certamente la iTunes Radio, un servizio di Internet radio gratuito con oltre 200 stazioni e un catalogo di musica dall’iTunes Store quasi infinito: in pratica quando l’utente si sintonizza su iTunes Radio dall’iPhone, iPad, iPod touch, Mac, PC o Apple TV, potrà accedere a stazioni ispirate alla musica che ascolta di solito, a stazioni In Evidenza curate da Apple e a quelle suddivise per genere, personalizzate in base ai suoi gusti.

È stata mostrata, nell’occasione, anche l’anteprima di OS X Mavericks, l’evoluzione del sistema operativo Apple che promette di migliorare le prestazioni, oltre all’introduzione di oltre 200 novità.

“Il Mac ha superato regolarmente il mercato PC, e OS X continua a essere il sistema operativo più innovativo e intuitivo al mondo”, ha dichiarato Craig Federighi, Senior Vice President di Software Engineering di Apple. “OS X Mavericks è la migliore versione che abbiamo mai realizzato, e include le nuove app Mappe e iBooks, Finder Tag e Tab, supporto ottimizzato per display multipli, potenziamenti a livello di prestazioni e risparmio energetico, e una nuovissima versione di Safari”.

 

David Di Castro

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *