BlackBerry: fine di un’epoca

La notizia era nell’aria, ma ora è ufficiale. I nostalgici e gli appassionati di tecnologia metteranno le bandiere a mezz’asta: dopo Nokia e Motorola, un’altra grande azienda che ci ha cambiato la vita con i primi smartphone ha deciso di cambiar rotta. BlackBerry non produrrà più telefoni cellulari.

Le notifiche push sulle mail, la possibilità di accedere ad internet in modo più professionale: BlackBerry, è stata l’azienda che ci ha fatto capire l’importanza di avere tra le nostre mani uno smartphone, che potesse aiutarci a gestire il nostro lavoro anche lontani dall’ufficio.

Un design certamente accattivante ed elegante, livree colorate, accesso al web e tecnologia avanti anni luce rispetto ai “telefonini” di “vecchia generazione”. I telefoni BlackBerry sono stati i veri precursori degli smartphone moderni. Erano cellulari destinati ad un’utenza professional, ma anche i più giovani hanno imparato ben presto ad apprezzarne le qualità. Gli schermi a colori hanno iniziato a valorizzare il potenziale delle immagini fotografiche e della loro condivisione per il lavoro e non solo.

L’avvento sul mercato degli smartphone di Apple con iOS e l’arrivo del sistema operativo Android, hanno tuttavia reso obsoleto quello dell’azienda canadese che ben presto ha visto decadere la sua popolarità, malgrado si sia fatto di tutto per rimanere in piedi.

BlackBerry non morirà però, ma si occuperà di software e servizi insieme ad una importante società indonesiana. Magari sarà in grado di rivoluzionarci la vista ancora una volta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *