Brand di lusso: sei tendenze per comunicare

06720798-photo-teads-logo

La pubblicità è l’anima del commercio. E lo è da sempre. Ma rispetto al passato, comunicare il proprio messaggio è diventato un lavoro a tempo pieno e, qualora non si abbiano le necessarie competenze, è bene affidare questo tipo di attività a professionisti del settore. Le campagne video sono diventate indispensabili a certi livelli e quelle sul web sono tra le più efficaci in assoluto. Una recente ricerca di Teads ha svelato alcune tendenze, sei per l’esattezza, secondo cui agiscono i brand di lusso per promuovere i propri prodotti.

Lo studio, denominato, ‘Once upon a Time, Story telling Luxury Brands in the Video Age’, ha preso in esame 2.689 video di 46 brand del lusso, analizzando, su base giornaliera, le informazioni ottenute per determinare quelli più visti e condivisi.

Lo “Story telling” è alla base delle strategie di marketing più efficaci sul web: infatti, il digital video è una sorta di veicolo sensazionale per chi lo guarda e permette ai brand di andare oltre lo standard di un banner tradizionale, proprio in virtù del suo contenuto.

Chi compra un prodotto o ne manifesta l’intenzione, vuole sapere tutto sul prodotto stesso: dai materiali utilizzati, ai vari utilizzi che se ne possono fare, fino ai principi che ne hanno portato alla creazione.

Proprio per venire incontro alle nuove esigenze (e alle nuove tendenze) Teads, prima tech company a promuovere, attraverso la sua piattaforma tecnologica, il video advertising outstream e a trovare nuove formule di monetizzazione per i publisher,  ha elaborato una nuova tecnologia per i video degli annunci pubblicitari, grazie al quale è possibile arrivare più facilmente agli obiettivi prefissati, creando un rapporto diretto con i fruitori del servizio, ovvero i potenziali clienti.

I dati sono cristallini e lasciano poco spazio alle interpretazioni: eMarketer sostiene che la spesa in video pubblicitari (in USA) raggiungerà i 9.59 miliardi di dollari alla fine del 2016. Secondo Invesp, invece, il 74% del traffico totale su Internet arriverà dal segmento del video nel 2017 e McKinsey ha rivelato che il 44% delle vendite nel settore del lusso (101 miliardi dollari) è stato influenzato dall’esperienza digitale nel 2013. Ma quali sono le sei tendenze che Teads ha estrapolato per quanto concerne i brand del lusso?

1 | PATRIMONIO

Il video online permette di raggiungere la propria audience e avvicinarla direttamente al cuore del brand del lusso. I consumer vogliono conoscere la storia dell’origine del brand e le persone che l’hanno creato.

Inside Chanel

9 video con più di un milione di view

31,3 milioni di view totali con una media di 710,784 view per video

7,835 commenti

Interaction rate: 11.5% per “Marilyn and No. 5”

2 | ARTIGIANATO

Il video online può essere usato per mettere in evidenza le materie prime utilizzate, come le pietre preziose di Van Cleef & Arpels o l’altissima qualità della pelle di Hermès. Il video può, inoltre, esaltare l’artigianato di valore per il quale sono rinomati i brand del lusso.

IWC – The Man ‘s Guide to Haute Horlogerie

8 episodi, per un numero totale di 365,000 view

Una tasso medio di interazioni del 39%

Miglior interaction rate: 77% per l’episodio “The Minute Repeater”

 3 | OCCASIONI SPECIALI

Compleanni o feste religiose sono occasioni speciali che danno ai brand del lusso l’opportunità di liberare la propria fantasia, di incantare ed affascinare.

Storie di Natale 2014:

DURATA DEL VIDEO NUMERO DI VIEW INTERACTION RATE
Cartier Winter Tale 1min 02 102,398 15.76%
Dior The Enchanted Factory 1min 28 561,610 0.44%
Montblanc A Parisian Winter 3 episodes 8,073 2.3%

4 | IL LUSSO TUTTI I GIORNI

Attraverso i video online, i brand del lusso hanno la possibilità di entrare nella quotidianità dei consumatori mostrando loro l’utilizzo dei propri prodotti, dare consigli e spiegando come ottenere il meglio nel minor tempo possibile.

NUMERO DI VIDEO NUMERO DI VIEW INTERACTION RATE
Chanel Make up Lesson by Lisa Eldridge 40 4,404,315 5.2%
Guerlain How to and Speed Make up 39 1,037,033 2.49%
Lancôme Make-up tips 37 656 756 0.30%

5 | UNA PAUSA DALLA REALTÀ

Usando i video online, i brand del lusso offrono ai consumatori l’opportunità di mettere in pausa il video, fermare il tempo o rallentarlo, come nel video “The Big Leap” di Lacoste. Oltre ad aver vinto numerosi award, la versione più lunga, della durata di un minuto, ha generato più engagement del video in versione più corta di 30 secondi.

 

DURATA NUMERO DI VIEW INTERACTION RATE
Versione lunga 1 min 3,119,533 3.9%
Versione corta 30 secondi 20,255,595 0.07% 

6 | DIETRO LE QUINTE

Nei media tradizionali l’immagine dei brand del lusso è editata alla perfezione, il video online, invece, concede a questi marchi l’opportunità di rilassarsi. Gli utenti internet riescono ad intravedere i momenti off-the-cuff, i dietro le quinte degli shoot o il backstage delle sfilate di moda.

Chanel Fall-Winter 2014/ 2015 Fashion Shows

LUNGHEZZA VIDEO NUMERO DI VIEW INTERACTION RATE
CHANEL Fall-Winter 2014/15 Ready-to-Wear show – Full Film 13min57 1 007 560 9.18
Fall-Winter 2014/15 Haute Couture CHANEL Show 17min13 688 752 0.94
Making-of the CHANEL Fall-Winter 2014/15 Haute Couture Collection 3min18 285 905 8.80

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *