Mazda MX-5, ecco la Excite che celebra i 25 anni

20140402-154651.jpg

Venticinque anni di successi e di record di vendite. La Mazda MX-5 è la spider più venduta della storia e non è un caso. Sarà per la sua linea sportivissima, sempre nelle sue varie evoluzioni, sarà per la tecnologia all’avanguardia, ma è soprattutto l’imprescindibile piacere nel guidare questa piccola Roadster che regala emozioni e la lascia preferire alle rivali. 25 anni sono tanti, ma la MX-5 è sempre giovane, nel design nei propulsori e soprattutto nella tecnologia SKYACTIV, che è ormai propria di tutte le Mazda di produzione.

Continua a leggere

Golf, un mito da 40 anni

media-Golf VII

Un mito da 40 anni. Non potrebbe essere altrimenti. La Volkswagen Golf entra negli “anta”, ma anziché perdere appeal, ne guadagna di serie in serie. Attualmente, è l’auto europea di maggior successo e in totale nel sono state vendute circa 30 milioni di unità. Un record assoluto!

Continua a leggere

Arriva la Twizy Cargo

Twizy cargo

Nasce per le aziende e per i professionisti la Twizy Cargo è il frutto della collaborazione tra Renault Tech e Renault Sport Technologies. Pur mantenendo inalterata la propria identità di veicolo ecologico, piccolo e maneggevole per la città, offre ora un vantaggio in più.

Continua a leggere

Peugeot 308 è “Car of the Year 2014”

M0957_02

Il Salone dell’Auto di Ginevra, inaugura la nuova primavera dell’automotive. Inizierà ufficialmente il 6 di marzo, ma i due giorni che precedono l’apertura ufficiale della fiera sono dedicati alla stampa. Dunque, sono tante le novità già in bella vista sulle varie testate di settore, ma soprattutto si è avuto modo di conoscere quella che è stata nominata come “Car of the Year 2014”, giunto alla sua cinquantunesima edizione.

Continua a leggere

Smart, la fourjoy anticipa la nuova forfour

IMG_0588

L’anteprima italiana della smart fourjoy ha offerto l’opportunità di ipotizzare, senza troppi sforzi la nuova quattro posti della piccola di Casa Mercedes-Benz. Ma la fourjoy anticipa anche il design e i valori della futura fortwo. Una concept decisamente di stampo futuristico, una combinazione di lifestyle e funzionalità, qualità che da sempre sono rappresentative del DNA smart. Non vedremo mai le soluzioni estreme applicate a questa concept sui modelli da produzione, ma le linee basilare saranno queste. Una nuova generazione di smart è ormai prossima e la fourjoy non fa che svelare le idee di Stoccarda in anticipo. Sarà sempre compatta ma le dimensioni aumenteranno, seppur di pochi centimetri. La lunghezza sarà si 3.494 mm,  1.978 mm la larghezza e 1.494 mm l’altezza.

Continua a leggere

Mercedes Classe C, un’auto da manager

Uno stacco netto dal passato. Il primo messaggio che trasmette la nuova Mercedes Classe C è proprio questo. Vanta un design assolutamente incisivo e dinamico, che incarna lo spirito inconfondibile della Casa tedesca. Linee plastiche e sinuose caratterizzano la nuova berlina di Stoccarda che si mixano armoniosamente belle forme ridotte e puristiche che i designer hanno voluto conferire alla nuova Classe C. Ha un aspetto muscoloso e al tempo stesso sensuale: il DNA è inconfondibilmente Mercedes. Linee laterali equilibrate, definite da un cofano motore lunghissimo, abitacolo arretrato e sbalzi corti, il tutto abbinato ad una coda molto cool, esaltano quel pizzico di sportività che è proprio di questa nuova Mercedes.

Il carattere della nuova Classe C, si manifesta apertamente negli interni, raffinati, confortevoli e ultratecnologici come da tradizione, in cui spicca il nuovo touchpad, sviluppato da Mercedes-Benz e collocato nel poggiamano sopra il Controller sul tunnel centrale. Simile a uno smartphone, permette di utilizzare tutte le funzioni della head unit con comandi gestuali estremamente semplici e intuitivi.

Al lancio saranno disponibili tre motorizzazioni: il diesel C 220 BlueTEC e i due benzina C 180 e C 200. Successivamente è prevista l’aggiunta di un piccolo 1.6 diesel.

David Di Castro
@daviddicastro

 

Smart, due nuove limited edition

Smart continua a rinnovarsi e per chi vuole distinguersi nel traffico cittadino, senza minimamente perdere il proprio appeal. La Casa tedesca ha presentato due nuove limited edition che saranno prodotte in soli 60 esemplari. Si chiamano moonlight coupé e stardust cabrio. Sono caratterizzate da un bodypanel e cellula tridion colorate in blue shiny e sono spinte dal potente motore BRABUS da 120 cavalli. Si ispira dunque ai colori della via lattea smart per puntare sempre più in alto. Saranno 50 le moonlight e 10 le stardust.

Gli interni sono estremamente eleganti: pelle pregiata color grigio cristallo per sedili, plancia e volante, ne sottolineano il carattere assolutamente esclusivo. Il prezzo? La moonlight costerà 28.528 Euro, mentre la stardust sarà proposta a 30.657 Euro

David Di Castro
@daviddicastro11

Nuova Dacia Duster, sempre più 4X4

La Duster, quando fu lanciata nel 2010, fu immediatamente accolta da un oceano di consensi in virtù delle sue indiscutibili qualità e del prezzo d’attacco bassissimo, appena 11.900 Euro. La sua evoluzione è stata migliorata in tutto, ma il grande merito del marchio low cost di Renault è quello di aver mantenuto inalterato proprio quel prezzo base. Ma la Nuova Duster stupisce non solo per questo: calandra ridisegnata, gruppi ottici anteriori rinnovati ed incastonati nel nuovo frontale che le conferisce un aspetto decisamente aggressivo. Nuove anche le barre sul tetto e ora c’è anche la possibilità di scegliere i cerchi in lega da 16 pollici. Anche il design e la funzionalità degli interni sono stati fortemente ritoccati. Ora tutto è a portata di mano del guidatore, dai comandi al sistema di infotainment, grazie alla nuova console riprogettata da zero; i sedili sono ora più avvolgenti e rinforzati, e non mancano gli scomparti portaoggetti che regalano una vivibilità eccezionale a bordo. Tra le innovazioni anche il nuovo propulsore TCe 125 turbo benzina, che garantisce consumi da utilitaria (appena 6,2 litri ogni 100 chilometri) ed emissioni bassissime di anidride carbonica. Restano comunque a disposizione i consolidati motori a benzina da 1.6 litri e a GPL e il 1.5 litri diesel da 90 e 110 cavalli.

 

David Di Castro
@davididcastro11

BMW i8, la ecosportività


Tra le novità più attese del Salone di Francoforte, che inizierà domani, senz’altro figura la Serie i di BMW. La Casa tedesca, infatti, presenterà la i3 (della quale abbiamo parlato abbondantemente sul numero di settembre di Uomo&Manager) e la sportivissima i8, una 2+2 posti dal design futuristico, caratterizzata da un lightweight design intelligente, che consente non solo di guidare in città ad emissioni zero, ma che offre anche una performance sportiva di primissimo livello. Una nuova frontiera per le automobili sportive che simbolizza non solo il tipico piacere di guida BMW, ma anche una nuova caratteristica del premium, definita fortemente attraverso la sostenibilità. Il suo sistema ibrido di tipo plug-in è composto da un motore a benzina a tre cilindri fortemente sovralimentato con tecnologia BMW TwinPower Turbo e dalla tecnica BMW eDrive che interagiscono attraverso un sistema intelligente di gestione dell’energia.

Il motore endotermico da 1.500 cc eroga 170 kW/231 cv ed aziona le ruote posteriori della BMW i8. Il propulsore eletttrico da 96 kW/131 CV trasmette la propria coppia motrice alle ruote anteriori, offrendo la guida nella modalità esclusivamente elettrica con un’autonomia massima di 35 chilometri e una velocità di punta di 120 km/h.

David Di Castro

@daviddicastro11

Audi celebra la Sport quattro

Sono trascorsi trenta anni da quando Audi presentò una dell’automobili più leggendarie della Casa dei quattro anelli. La Sport quattro fece subito breccia nei cuori degli appassionati delle coupé più eccessive e i successi in ambito rallystico hanno hanno contribuito non poco a farla entrare di diritto nei sogni e nei desideri dei più giovani ma non solo. Per festeggiare il trentennale di una cotale fantastica creazione, Audi proporrà al prossimo Salone di Francoforte la Audi Sport quattro concept, che continua la tradizione quattro con un design accattivante in stile coupé e trazione ibrida plug-in con una potenza di sistema di 700 CV (515 kW).
Con questa nuova concept, la Casa di Ingolstadt, riprende dunque la tradizione, andando a recuperare alcuni elementi di design della Audi quattro concept, lo studio di design presentato tre anni fa al Salone di Parigi. Ha una carrozzeria slanciata sotto la quale sono evidentissimi i cerchi da 21 pollici. Sbalzi corti, proporzioni sportive ed equilibrate, risulta all’occhio bassa e larga, decisamente “cattiva”. I montanti posteriori sono spigolosi e molto inclinati e i doppi fari rettangolari nell’innovativa tecnologia Audi Matrix LED, saranno disponibili entro la fine dell’anno nella rinnovata Audi A8.
Il frontale è caratterizzato dalla calandra esagonale single-frame con un nuovo inserto plastico, un elemento tipico che proviene dal mondo delle gare. La parte inferiore è quasi verticale, la parte superiore segue invece l’andamento del cofano motore. La griglia, molto ribassata, accentua la dimensione della larghezza.
Due blade verticali di grandi dimensioni suddividono le grandi prese d’aria e riprendono formalmente le nervature del cofano motore. Gli splitter in CFRP sono proiettati in avanti, come nelle vetture da gara. La calandra fa parte della nuova filosofia Audi e lascia intuire in quale direzione andrà il design dei modelli sportivi di serie. Un’altra reminiscenza di design è rappresentata dai cosiddetti “blister” sopra i parafanghi, che i designer Audi hanno reinterpretato nelle linee, accentuandone il risalto.
L’eleganza sportiva delle linee esterne, è ripresa all’interno dell’abitacolo. Volante, cruscotto e head-up display sono nel campo visivo diretto del guidatore. Sia nella parte strutturale che in quella dei materiali è la struttura leggera a farla da padrone. Un guscio in carbonio costituisce la struttura portante degli interni e serve allo stesso tempo come portaoggetti all’interno delle portiere. Sono elementi come questo che rendono visibile la struttura leggera. I sedili anteriori sportivi ribaltabili a guscio e poggiatesta integrati e sedili posteriori normali permettono di ospitare comodamente quattro persone. Il volante sportivo multifunzione rivela informazioni utili su come saranno i prossimi modelli sportivi di serie.
Anche il concetto dei comandi è incentrato sul facilitare la vita per chi è alla guida. Tutte le informazioni importanti sono riportate nello strumento completamente digitale del cruscotto. Gli indicatori virtuali con effetto tridimensionale possono essere gestiti facilmente attraverso il volante sportivo multifunzione.
Sono disponibili una modalità Race con contagiri centrale, informazioni sui circuiti e cronometro o la modalità Setup con informazioni dettagliate su numerosi circuiti. L’unità di comando MMI, tipica Audi, è dotata del comodo sistema di comando “touchwheel”.
La trazione ibrida plug-in assicura alla Sport quattro concept un dinamismo mozzafiato. La potenza arriva a 700 cv, mentre la coppia addirittura 800 Nm, trasmesse alla trazione quattro con differenziale posteriore sportivo, attraverso il cambio tiptronic a 8 rapporti modificato. I consumi sono eccezionali, solo 2,5 litri ogni 100 chilometri, con emissioni di CO2 pari a 59 g/km.
Tra il 4.0 TFSI e il cambio è posizionato un motore elettrico a forma di disco che eroga 110 kW di potenza e 400 Nm di coppia. Viene alimentato da una batteria agli ioni di litio. Con la sola alimentazione elettrica la Audi Sport quattro concept può percorrere fino a 50 chilometri. Una gestione intelligente regola l’interazione dei motori in base alla situazione contingente; il guidatore può scegliere diverse modalità.
A seconda della strategia operativa e di guida, la Audi Sport quattro concept può assecondare stili di guida e desideri diversi. Sono disponibili tre diverse modalità. La modalità EV per un’alimentazione esclusivamente elettrica, la modalità ibrida per la massima efficienza e la modalità sportiva per le massime prestazioni.
In modalità EV funziona solo il motore elettrico. Con una potenza elettrica massima di 110 kW e 400 Nm di coppia è possibile viaggiare elettricamente in città e fuori città. L’acceleratore attivo indica il passaggio alla trazione ibrida in modo che il guidatore possa gestire consapevolmente il passaggio dalla trazione elettrica a quella ibrida.
Utilizzando parametri ambientali e dati di navigazione, in modalità ibrida viene rilevato l’impiego ottimale, dal punto di vista dei consumi, di motore elettrico e motore a combustione, che viene poi convertito dalla strategia operativa. Con la navigazione satellitare attiva l’intero itinerario di viaggio viene quindi configurato in base alla massima efficienza. In questa modalità esiste inoltre la possibilità di influire individualmente sulla strategia operativa.
In modalità sportiva il motore è impostato sulla massima potenza e sulle prestazioni più elevate. La funzione elettrica di “boost” supporta il motore a combustione in tutte le situazioni di marcia. La gestione dell’energia garantisce sempre che la batteria sia sufficientemente carica.

David Di Castro

@daviddicastro11

Smart ‘special one’ all’attacco

20130430-000807.jpg

Si chiama ‘special one’ la nuova limited edition di smart, che si presenta sul mercato con la solita personalità e conscia delle proprie qualità. Saranno solo 700 le ‘special one’ che potranno essere acquistate ad un prezzo d’assalto di 9.760 Euro, in due versioni: total black e chrystal white, entrambe con cellula tridion, ormai diventata famosissima, nera.

Anche le dotazioni sono di rilievo: tetto Panorama, cerchi in lega da 15″ a 9 razze,cambio automatizzato SofTouch con programma di innesto automatico e luci diurne a led con design orizzontale.

Oltre ad offrire un vantaggio economico per il cliente di 3.000 euro, può essere acquistata con soluzioni di leasing davvero vantaggiose.

Una Harley-Davidson molto Speciale

 

Se ne parlava da diverso tempo. Voci di corridoio si susseguivano da settimane. La Harley-Davidson Italia aveva fatto trapelare che una grande novità era nell’aria e ora finalmente è divenuta una realtà. Si chiama Iron 883 Special Edition S ed è una Harley pura, essenziale, come piace ai veri appassionati del marchio. L’idea è nata susseguentemente al grande successo suscitato dal modello precedente, di cui ogni esemplare è stato venduto. La S è una risposta chiara e importante alle richieste degli appassionati ma anche dei concessionari stessi che chiedevano una nuova special di serie che potesse emozionare, ma che fosse accessibile. Evidente il richiamo alla sportività, messo in evidenza dagli accessori scelti con cura particolare come il nuovo cupolino ed il puntale anteriore. Sono stati integrati specchietti rovesciati, manubrio dragbar, tubo freno in treccia aeronautica, sella Asy, parafango posteriore e nuovo paracalore. Un nuovo componente è stato aggiunto come firma di unicità, la cover filtro aria personalizzata con logo Special Edition S e bandiera tricolore. Motore e telaio sono rimasti di serie.

La Iron 883 Special Edition S è in vendita dal mese da questo mese presso tutte le concessionarie della rete ufficiale, un’esclusiva per il mercato italiano. Prezzo al pubblico chiavi in mano 9.800 Euro.