Ci può essere amicizia fra manager concorrenti?

Una domanda semplice, ma che mi pongo leggendo e parlando con alcuni colleghi di vari settori e non solo. È nato prima la gallina o l’uovo? Ci può essere amicizia fra un uomo e una donna? È un po’ simile questa domanda, agli esempi che ho citato. Perché in realtà quello che noto sempre più spesso è che fra manager, specialmente dello stesso settore, c’è una grande rivalità e questo può essere un elemento che porta qualche malumore fra due professionisti.

Continua a leggere

Paura? Non facciamoci condizionare!

Ho sempre avuto le mie convinzioni e me le sono sempre tenute strette, anche a costo di andare contro corrente. Penso che un uomo che non è in grado di proporre le proprie, dovrebbe fare un corso specifico che aumenti il tasso di fiducia in sé stesso. Credo principalmente in quello che faccio (e mi diverto anche a farlo), credo nei valori dell’onestà, della famiglia e del rispetto per il prossimo ed ho un grande rispetto del lavoro. E mi batto ogni qualvolta trovo qualcuno che vuole convincermi che le sue idee siano migliori delle mie.

Continua a leggere

Pensate a ciò che desiderate: questo è il vostro tempo!

È un momento negativo. Questa è una frase che sento pronunciare da tanto, troppo tempo, al punto che questo “momento” sembra interminabile, infinito. Non mi piace questa cosa, per niente. Il rischio serio che riscontro nel nostro Paese e nel nostro tessuto sociale, è quello di assestarci su uno standard di vita che nessuno al mondo apprezzerebbe o esalterebbe. Ci siamo abituati a questa nuova condizione di insoddisfazione. E per quanto, fortunatamente qualcosa, sembra, si stia smuovendo, la fine di un tunnel nel quale ci siamo (ci hanno) infilato, mi sembra ancora troppo lontana. Qualcuno, timidamente, sembra provare a scuotere il mercato, creando business, alimentando nuove speranze, ma alla resa dei conti nessuno può essere contento.

Continua a leggere

Amate il vostro lavoro? Lasciate stare i ponti del 2017

Il nuovo anno è iniziato ma onestamente non vedo grandi differenze positive rispetto a quello che abbiamo salutato. E non parlo solamente delle situazioni di vita quotidiana e delle problematiche che ciascuno di noi deve affrontare con  coraggio e dignità, ma parlo di atteggiamento.  Sono certo che la maggior parte dei nostri lettori siano autentici professionisti, manager capaci, imprenditori intraprendenti che cercano ogni giorno, attraverso il proprio onesto lavoro di crescere, maturare, ottenere risultati, professionali ed economici, che siano in grado di rendere migliore l’esistenza di se stessi e delle persone che amano.

Continua a leggere

Come difendere la nostra mente

Come difendere la nostra mente? Hai un problema che ti assilla? Beh, chi non ne ha. Un proverbio molto famoso afferma che, “se il problema ha una soluzione, perché preoccuparsene? E se una soluzione non esiste, perché preoccuparsene?”. Se ciascuno di noi riuscisse a vivere la propria esistenza in modo assolutamente zen, probabilmente la parola tensione sarebbe utilizzata solo ed unicamente nel mondo dell’elettronica industriale. Tuttavia, chiunque di noi sa che è impossibile, umanamente parlando, non preoccuparci di qualcosa che ci assilla ed è naturale cercare continuamente soluzioni alle nostre problematiche più comuni.

Continua a leggere

Giovani, la ricerca dello Stile perduto

Ho avuto la fortuna di conoscere mio nonno e di apprezzarne la saggezza, l’intelligenza e lo stile. Sì, avete capito bene, lo stile. Ricordo che la mattina non usciva di casa senza essersi perfettamente rasato la barba e pettinato con attenzione la chioma argentata. Ricordo le sue camicie inamidate, con quei colli splendidi alla francese, a cui abbinava cravatte meravigliose, e abiti sempre perfettamente intonati. L’outfit era poi completato da scarpe mai banali e cappelli elegantissimi. Mi sorprendevo molto spesso a chiedermi come mai indossasse tutto quell’armamentario anche solo per andare a comperare il giornale in edicola o per andare al bar a prendere un caffè.

Continua a leggere

Manager
&Gentleman:
è difficile?

Il mondo del lavoro nel quale viviamo, alle volte risulta essere davvero spietato. Fin da giovani ci è stato spiegato quanto sia importante il termine competizione. Perché lo sia è arcinoto a tutti: stimola, rende vivi ed evita di addormentarsi sugli allori. Sul lavoro è determinante avere a che fare con gente sveglia, attiva ed intellettualmente arzilla, chi non lo è, dal mio punto di vista è fuori dai giochi. La competizione, anche questo ci è stato insegnato, deve essere leale e sincera, ma soprattutto deve tener conto che, al di là delle simpatie o meno del nostro “rivale”, dall’altra parte abbiamo a che fare con un essere umano come noi, che per definizione, merita in primo luogo rispetto. E già, rispetto: una parola che molto spesso si calpesta sotto la suola delle scarpe prprio nel nome della competizione. E quello che è più grave è che di questo non molti se ne rendono conto. Ma cosa sta succedendo?

Continua a leggere

Ogni storia ha il suo valore

Sempre più spesso mi trovo a contastare come i manager moderni non abbiano voglia di rimanere nascosti nel proprio guscio, autoconsacrandosi e autocelebrandosi per i propri successi professionali. Il mio lavoro mi offre la possibilità di confrontarmi quotidianamente con professionisti che gestiscono aziende di prestigio e danno lavoro a centinaia di migliaia di persone e ultimamente sono rimasto stupito di come questi abbiano il continuo desiderio di raccontarsi e raccontare come sono riusciti a costruire le proprie personalissime storie.

Continua a leggere

Non è un mondo per fannulloni: ricominciamo!

Ricominciare non è mai facile, non lo è mai stato per nessuno. Ma è una necessità più o meno per tutti. Ogni giorno, se ci pensiamo bene, ricominciamo qualcosa. Ci alziamo dal letto, facciamo colazione, andiamo a lavorare e così via.

Continua a leggere

Tutto inizia dalla passione…

Di tanto in tanto, mi piace soffermarmi a tirare qualche somma, di quello che ho realizzato, di come ci sono arrivato, dei tempi che ho impiegato. E l’estate, si sa, offre sempre qualche momento di riflessione in più, magari sotto l’ombrellone al mare durante il week end, o passeggiando di sera al chiaro di luna, magari al porto, luogo che io adoro e dove ho concepito le mie idee migliori.

Continua a leggere

La moda un business? Sì…

È indubbiamente uno dei periodi che preferisco. Il caldo non è ancora asfissiante, ma il sole ti scalda l’anima, il cielo è limpido e, inutile nasconderlo, l’arrivo della bella stagione porta con sé una nuova carica. C’è chi fa nuovi progetti di lavoro, trovando ispirazioni sempre più innovative, chi invece, tende a consolidare quanto fatto. E c’è chi pensa a rinnovare la propria immagine, partendo certamente dal look, fino ad arrivare agli accessori o magari alla propria gamma di device.

Continua a leggere

Impariamo a difendere le nostre idee

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum recita un vecchio adagio. Ma quando è davvero giusto fermarsi? Qual è il limite che determina la fine di un progetto e l’inizio di un potenziale successo? La storia è piena di casi in cui grandi fallimenti si sono trasformati in mostruosi successi ed enunciarli sarebbe davvero impossibile. E altrettanti sono gli imprenditori che hanno abbandonato le proprie iniziative per paura (e mi ricollego al mio pensiero del mese scorso in questa rubrica) di commettere errori clamorosi, salvo poi accorgersi nel tempo che sarebbero bastati piccoli accorgimenti per invertire la rotta e arrivare al coronamento di un sogno.

Continua a leggere