CONFASSOCIAZIONI: quante novità nel 2017!

Confassociazioni

Lo avevamo annunciato nei giorni scorsi. A Roma, si è tenuta una importante assemblea di Confassociazioni, in cui la Confederazione delle Associazioni Professionali, ha delineato e reso noto il piano d’azione per il 2017. La prima pietra è stata senz’altro quella di riconfermare alla guida di questa importante realtà, Angelo Deiana.


A parlare, in una giornata tanto importante non è stato però solo Angelo Deiana, ma anche un’altra importante figura all’interno di Confassociazioni, ovvero il Vice Presidente vicario della Confederazione, Riccardo Alemanno. “CONFASSOCIAZIONI ha nel proprio DNA la ricerca dell’innovazione calata nel panorama professionale del nostro Paese. Ciò significa non solo fare rappresentanza per le problematiche di categoria, che ovviamente restano prioritarie per la nostra mission, ma cercare di contribuire, a 360 gradi, alla crescita culturale, umana e politica di coloro che formano o formeranno la cosiddetta classe dirigente. Da qui l’ambizioso, ma entusiasmante progetto dell’Accademia della Politica e della Rappresentanza 4.0, intesa come governo della polis per il bene comune, e cioè la politica nella sua accezione positiva. Un progetto, questo nostro, che vuole contribuire a colmare un pericoloso vuoto etico-culturale guardando all’evoluzione 4.0 che i nostri tempi dettano” .

Il progetto Fondazione, il progetto Previdenza, il progetto Accademia della Politica e della Rappresentanza 4.0, il nuovo profilo di CONFASSOCIAZIONI Giovani con lo sviluppo della visione relativa alle Start Up sono tra le priorità di Confassociazioni in questo anno da poco iniziato.

Angelo Deiana spiega l’importanza di tali attività. “Sono il frutto di un lavoro intenso, meditato e condiviso tra i vertici della Confederazione. Insomma abbiamo voluto delineare una programmazione ad hoc considerando le esigenze specifiche dei nostri professionisti, concreta rappresentanza di una parte fondamentale del sistema nervoso dell’economia italiana. Viviamo in un paese che non ha più una scuola alta di politica”, ha continuato Deiana, “e noi abbiamo dei doveri nei confronti della nostra Italia. Con il progetto Accademia della Politica e della Rappresentanza 4.0 vogliamo formare la nostra dirigenza e soprattutto i giovani con appuntamenti formativi costanti e un confronto aperto, competente e adeguato con gli attori della politica. Tra i punti cardine del mandato fin dal primo giorno il progetto Fondazione è oggi diventato realtà. La costruzione di rapporti con grandi partner assicura quei contributi essenziali per procedere su questa linea”.

Interessante anche il contributo di Franco Pagani, Vice Presidente CONFASSOCIAZIONI con delega a Giustizia e Università. “La costituzione dell’ente con il patrimonio necessario per la realizzazione degli scopi finalizzati al sostegno, sviluppo e crescita delle professioni regolamentate e sue rappresentanze di primo e secondo livello è il naturale obiettivo come ha già affermato il presidente Deiana, che ci eravamo prefissati per dare concreto compimento attuativo agli scopi della nostra Confederazione. Alla rappresentanza, condivisione e sinergia di rete si aggiunge, quindi, il sostegno della Fondazione di CONFASSOCIAZIONI al fine di dare contenuti diretti di sviluppo e rilanciare il capitale intellettuale professionale nel ruolo di volano per l’intera economia del paese”.

A concludere, Angelo Deiana ha voluto inviare un messaggio molto chiaro. “Lo vogliamo ribadire ancora una volta: noi siamo azionisti (e non obbligazionisti) del nostro Paese. La nostra visione e il nostro modus operandi guarda alla costruzione di ciò che è necessario per il futuro prossimo venturo piuttosto che proporre soluzioni emergenziali. L’essere diretti, corretti, reputazionalmente solidi, il correre con i primi senza dimenticare gli ultimi rappresenta il fil rouge del tessuto umano e professionale della Confederazione tutta e di ogni suo singolo professionista aderente. E’ per questo che siamo pronti ad essere un punto di riferimento per i professionisti di tutto il Paese. Che sia una richiesta di visione, che sia la necessità di avere un fondo di previdenza complementare o un fondo sanitario, che sia costruire un orizzonte futuro come la Fondazione, la lezione è una sola: Noi ci siamo. CONFASSOCIAZIONI c’è”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *