Confassociazioni si rinnova nella struttura e negli uomini

logo

Un grande cambiamento è all’orizzonte per Confassociazioni, la Confederazione delle Associazioni Professionali. In un’epoca in cui bisogna adeguarsi ai mutamenti e alle novità continue che riguardano il mondo del lavoro e dei professionisti in genere.

Ad annunciare le news in arrivo è il presidente di Confassociazioni, Angelo Deiana. “Una grande piattaforma collaborativa fatta di professionisti di alto livello ha bisogno di una struttura di direzione competente e capace di visioni di lungo periodo. È per questo che, dopo un lungo lavoro di riflessione e condivisione, da oggi parte la nuova struttura di Confassociazioni, Tanti grandi professionisti al servizio della nostra Confederazione e di tutto il sistema Italia”.

Il presidente ha poi spiegato il modo in cui lavora la Confederazione. “I nostri processi di crescita sono per fortuna rapidissimi. Siamo ormai arrivati a 175 associazioni e l’integrazione della nostra struttura era necessaria per dare risposte ancora più efficaci ed efficienti ai nostri associati. Volevamo persone di alto standing che innervassero i nostri progetti di sviluppo con le proprie competenze innovative. Un altro momento del percorso di Confassociazioni verso quell’orizzonte di eccellenze che condenseremo nel progetto ’30 AZIONI PER L’ITALIA’ che sarà presentato ai media subito dopo Pasqua, e che vedrà i nostri 320mila professionisti e i nostri 60mila giovani impegnati nel portare avanti idee e azioni pragmatiche per il futuro del Paese”.

E le new entry sono davvero di primissimo livello.  “A partire da Paolo Righi (Presidente FIAIP, Federazione Italiana Agenti Immobiliari, circa 12mila agenzie e 50mila professionisti) che avrà la responsabilità di Confassociazioni Professioni Immobiliari, a Claudio Barbaro (Presidente Manager Sportivi Associati e ASI, Alleanza Sportiva Italiana) che avrà la delega a Confassociazioni Professioni Sportive, a Giorgio Roveri (già Presidente CNA In Proprio) che gestirà i rapporti con il sistema delle PMI. Novità anche nelle deleghe strategiche dell’Ufficio di Presidenza: da Manuele Bacchi che si occuperà del Web 2.0, a Stefano Bruniche sarà responsabile dei Public Affairs, a Roberta Caselli che sarà il punto di sintesi delle Relazioni Esterne, a Luca Gazocchi, che si occuperà del Business Development”.

Ma non è tutto. “Per accompagnare la già fortissima espansione di Confassociazioni sul territorio – prosegue Angelo Deiana – abbiamo costituito anche i coordinamenti Nord, Centro affidati a Giorgio Granello e Manuel Fantasia, rispettivamente Responsabile del Coordinamento del Nord e del Centro Italia. In attesa di avere il Responsabile anche per il Sud, nuove responsabilità regionali per Piero Vecchiato, Commissario del Veneto, Oliviero Casale, Commissario Emilia Romagna, Paolo della Queva, Commissario Toscana, Damiano Marinelli, Commissario Um Commissario del Lazio. Last but not least, la fondamentale riorganizzazione degli uffici di Direzione: da Francesco Miscioscia, nuovo Direttore Generale in sostituzione di Marco Recchi (promosso per i risultati ottenuti al ruolo di Vice Presidente con delega alle Relazioni Sindacali), ad Adriana Apicellache sarà Vice DG con delega a Comunicazione e Organizzazione, a Fabio Gerosa, nuovoDirettore del Centro Studi.”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *