Digital Amnesia: mai sentito parlare?

In un mondo sempre più digitalizzato, Google e i principali motori di ricerca, rappresentano sempre più la nostra fonte di ispirazione e conoscenza. Questo ha tuttavia comportato che la soglia di attenzione media si è ormai ridotta a 8 secondi, la nostra propensione a dimenticare fatti che possiamo recuperare da un dispositivo digitale o da Internet, meglio conosciuta come Digital Amnesia viene amplificata dal desiderio di conoscere ogni cosa ci venga in mente in pochi secondi.

Kaspersky Lab ha condotto un’indagine che ha coinvolto 6.000 utenti di 6 Paesi europei, dai 16 anni in su ed è emerso che il 55% degli italiani intervistati di fronte ad un quesito prova a rispondere in totale autonomia, mentre il 39% ricorre immediatamente a Internet. E negli altri Paesi europei non è che la situazione sia molto diversa…

Un altro dato importante da non sottovalutare è che il 13% degli italiani ammette inoltre di dimenticare le risposte trovate online non appena ne hanno fatto uso. Percentuale che sale negli altri paesi europei: 33% Regno Unito, 27% Spagna, 23% Germania, 18% Francia e 21% Benelux.

Dati che devono far riflettere perché possono comportare rischi importanti sia per la nostra memoria a lungo termine, che per la sicurezza informatica stessa. Gli esperti interpellati per analizzare i risultati dell’indagine Digital Amnesia, hanno messo in evidenza che il fatto di non ricorrere alla propria memoria per recuperare le informazioni possa procurare un indebolimento o addirittura la scomparsa di questi ricordi.

Inoltre, come detto, la sicurezza informatica può essere messa a rischio dall’impazienza di accedere alle informazioni online. Kaspersky Lab ha riscontrato che il 18% degli intervistati, percentuale che sale fino al 22% nel caso di coloro che hanno fino a 24 anni, quando effettua il download dei file privilegia la velocità alla protezione. Il che significa aprire le porte a software nocivi che mirano a rubare i dati personali e compromettere, oltre al proprio dispositivo, anche gli altri dispositivi connessi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *