14 ottobre: Italiaonline entra in Borsa

Logo Italiaonline

Logo Italiaonline

La prima internet company italiana (Libero e Virgilio) che fa capo al gruppo Orascom dell’egiziano Naguib Sawiris, è pronta ad entrare in Borsa. Il 14 ottobre prossimo sarà il giorno in cui ciò avverrà. 

“L’obiettivo è crescere per acquisizioni è la crescita, almeno in questa fase iniziale non ci saranno dividendi ma non lo escludiamo nel futuro. Coi proventi dell’Ipo gli investimenti e le possibili acquisizioni riguarderanno tre settori: pubblicità online, mercato locale e contenuti verticali”, ha spiegato l’AD Antonio Converti. “Sul locale, in particolare, ci sono alcune società innovative e interessanti in Italia da considerare”.

Il collocamento si concluderà il prossimo 8 ottobre e il prezzo (il cui range indicativo è stato fissato tra 5 e 6 euro per azione) sarà comunicato entro il 10. L’offerta riguarderà circa 23 milioni di azioni, di cui solo il 35% da azioni cedute dal venditore (Libero Acquisiton) mentre il restante arriverà da un aumento di capitale, il cui ricavato viene stimato tra 75mila e 90mila euro. Il 10% dell’offerta sarà rivolta ai piccoli e grandi risparmiatori, mentre la maggior parte del pacchetto (90%) sarà riservato agli investitori istituzionali.

Attualmente, dopo Google e Facebook, Italiaonline è il terzo player del mercato web in Italia e solo nei primi sei mesi del 2014 ha realizzato ricavi per 47,6 milioni di euro, un ebitda di 15,5 milioni, un utile netto di 5,8 milioni, con una posizione finanziaria netta positiva per 19 milioni.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *