Le professioni più richieste del 2017

In molti cercano lavoro, altri vogliono cambiarlo. Ma sappiamo davvero quali sono le esigenze del mercato? Sulla base di valutazioni precise Kelly Services Italia ha stilato un elenco di professioni più richieste per il 2017. A farla da padrone? Ovviamente i lavori legati al mondo del web…

ANALISTI/BUSINESS INTELLIGENCE MANAGER

Si tratta di profili in grado di gestire dati, analizzarli e fare previsioni. Gli Analisti hanno la capacità di orientarsi tra milioni di informazioni contenute all’interno dei sistemi aziendali e di individuare il dato utile a risolvere qualsiasi tipo di problematica. È richiesto un background nel settore ingegneristico e informatico. Completano il profilo la passione per la tecnologia e la capacità/volontà di mantenersi sempre aggiornati sugli ultimi trend del settore. I range retributivi variano in base alla seniority, con un minimo indicativo di 24/25 mila euro. Il Business Intelligence Manager ha il compito di individuare e sviluppare metodologie di ricerca e analisi innovative al fine di garantire un’interpretazione sempre più esaustiva del mercato e delle sue dinamiche per la pianificazione strategica aziendale. Svolge un ruolo fondamentale di supporto dei processi di decision making della Business Unit di riferimento, attraverso il monitoraggio dello scenario competitivo, raccogliendo ed analizzando informazioni utili per comprendere il mercato, i comportamenti dei consumatori e le future opportunità di business, preparando modelli di market forecasting. Il range retributivo è dai 50.000 ai 75.000 euro.

IT SECURITY MANAGER

Mette in campo la propria preparazione tecnico-scientifica al fine di garantire e proteggere i dati su Internet, Intranet e reti. Deve mantenersi costantemente aggiornato sia per quel che concerne i pericoli nella rete, ma anche in tema di sicurezza, intesa come tutela della privacy o legislazione inerente i crimini informatici. Inoltre, il Security Manager deve essere in grado di elaborare e di adoperare tecniche di analisi dei rischi, in modo da prevedere le situazioni di pericolo e da ridurne gli eventuali danni. Un’altra mansione di sua competenza è la valutazione del rapporto costi/benefici per gli interventi di tutela aziendale. Integrità morale e formazione culturale adeguata completano il profilo. Il range retributivo è dai 40.000 ai 60.000 euro.

AREA SUPPLY MANAGER

Un profilo già richiestissimo nel 2016, che continuerà ad esserlo per il 2017. Questa figura interagisce con le funzioni di produzione, di vendita e di distribuzione e riporta direttamente alla direzione dell’azienda. Il Supply Chain Manager ha un raggio d’azione più ampio e completo della logistica intesa in senso tradizionale. Oltre ad ottimizzare i flussi materiali (beni) e quelli immateriali (informazioni), la figura ha come obiettivo una gestione integrata dei processi logistici, deve considerare tutte quelle attività quali l’approvvigionamento, la movimentazione e lo stoccaggio dei beni, ma anche la pianificazione della produzione, la gestione degli ordini, il controllo degli stock, il servizio ai clienti. Il range retributivo varia dai 75.000 ai 100.000 euro più variabile.

AREA SALES

Sono profili sui quali le aziende (dalla srl alla spa e dalla piccola azienda alla grande multinazionale) investono sempre per spingere sulle vendite e per aumentare il fatturato. All’interno di quest’area distinguiamo diverse figure, tra cui l’area sales manager e il field manager. Il primo è un gestore di risorse, ha la responsabilità dei risultati economici dell’area assegnata in termini di fatturato, margini e budget. Gestisce figure commerciali e definisce la strategia commerciale dell’area. Solitamente si tratta di Quadri con un range retributivo tra i 45.000 e i 70.000 più variabile e benefit aziendali. Il Field Sales, invece, sviluppa le vendite sull’area assegnata, seguendo in prima persona le attività di gestione del cliente, sviluppo di potenziali clienti e di  upselling. Determinazione verso il raggiungimento dell’obiettivo, capacità di negoziazione, ottime doti relazionali, flessibilità e dinamismo, autonomia nell’organizzazione del proprio lavoro e, quando necessario, capacità di lavorare all’interno di un team sono le soft skills richieste per questa figura. Il range varia, a seconda della seniority, da 28.000 a 40.000 euro più variabile.

SENIOR CONSULTANT –  AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

È il tipico profilo che caratterizza le società di consulenza manageriale. Si tratta di una figura molto ricercata sul mercato, che richiede una visione interfunzionale ed interaziendale delle problematiche amministrative, finanziarie e di controllo, nonché la conoscenza degli strumenti messi a disposizione dall’information technology e dalle metodologie di analisi del business.  I profili più ricercati hanno 3 o 4 anni di esperienza su attività legate al ciclo contabile e all’area controlling/reporting.  È richiesto inoltre un background anche minimo in termini di gestione di team di lavoro e di coordinamento progetti. Un’ottima conoscenza della lingua inglese, una laurea ad indirizzo economico (plus diploma di ragioneria), la padronanza del pacchetto Office e uno spiccato orientamento al cliente completano il profilo. Il ruolo è inquadrato nell’ottica di un percorso di crescita che prevede la gestione di progetti complessi e risorse all’interno di contesti strutturati. Il range retributivo si aggira tra i 28/30.000 euro, con interessanti opportunità di sviluppo e di carriera.

CONTROLLER

Il controller o responsabile del controllo di gestione è una figura strategica all’interno di un’azienda. Le competenze richieste riguardano i processi di contabilità analitica con la predisposizione di budget e forecast, unitamente ad attività di reporting di gestione. Generalmente è laureato in discipline economiche, ma le aziende considerano fondamentale una precedente e consolidata esperienza lavorativa in area contabile, accompagnata da un continuo aggiornamento professionale sui nuovi sistemi informatici per il controllo di gestione. L’ottima conoscenza della lingua inglese, inoltre, rappresenta un requisito fondamentale. Il range retributivo è tra i 40/60.000 euro.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *