Maker Faire e The Innovation Week: Roma Capitale dell’innovazione

 

foto_Maker Faire Rome 2013

Dal 27 settembre al 5 ottobre, Roma diventerà la Capitale dell’Innovazione. The lnnovation Week, promossa dalla Camera di Commercio e che avrà il suo culmine nella seconda Maker Faire Rome, offriranno la possibilità alle menti più innovative di mettere in mostra le proprie invenzioni.

Si svolgerà all’Auditorio Parco della Musica di Roma, un evento giunto alla sua seconda edizione, che si preannuncia favoloso. Verrà realizzato una sorta di villaggio dell’innovazione mai visto finora in Italia: più di 70 mila metri quadrati che ospiteranno circa 600 invenzioni  da tutto il mondo mentre nelle sale si alterneranno conferenze e seminari con centinaia di speaker. E come se non bastasse, anteprima al MaXXI, nel weekend che precede l’Innovation Week, con un hackaton, ovvero una maratona di trecento sviluppatori  chiamati a cimentarsi sul futuro della casa.

Robot e droni, stampanti 3D e bitcoin, guru e startupper: saranno assoluti protagonisti di una settimana che si preannuncia assolutamente straordinaria.

Gli speaker di fama internazionale, tra Innovation Week e Maker Faire, saranno  oltre 100 e si alterneranno nelle varie conferenze previste in programma. Personalità come lo scrittore e attivista  Cory Doctorow, l’astronauta Samantha Cristoforetti, l’artista cyborg Neil HarbissonAdrian Bowyer, che ha cambiato definitivamente inl mondo della stampa 3D rendendolo accessibile a tutti, Glenn Green, il chirurgo toracico che ha impiantato una trachea stampata in 3D ad un paziente di sole sei settimane di vita, Luciano Floridi, docente di filosofia ed etica dell’informazione e direttore della ricerca presso la Oxford University, Britta Thomsen, membro del Parlamento Europeo, Commissione  Industria, Ricerca e Energia, Jonathan Ortmans, senior fellow Kauffman Foundation, Dmytro Gnap, giornalista investigativo, coordinatore di Yanukovych Leak, si susseguiranno nei vari workshop.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *