,

Moto Morini torna con le E-Bike in limited edition

Moto Morini E-Bike

Vi ricordate il mitico brand Moto Morini? Ebbene, l’azienda si ripresenta agli appassionati con una rinnovata veste, quella di produttrice di biciclette. Per l’azienda, in realtà, si tratta di un ritorno, non di un debutto, ma con un tocco di modernità.

Completamente nascosti alla vista, ad aiutare la pedalata ci sono un motore da 250 W, una batteria agli ioni di Litio, il meccanismo per la frenata rigenerativa e l’elettronica di gestione. Insomma un piccolo grande capolavoro.

Negli anni ’70 Moto Morini iniziò a “firmare” la Corsarina e la Sbarazzina, due biciclette alternative ai ciclomotori ed alle piccole moto da cui prendevano il nome, seppur declinati al femminile. Il Corsarino e lo Sbarazzino, infatti, erano due moto al vertice delle vendite Morini, il Corsarino era amatissimo dai più giovani e da chi sognava le moto sportive mentre lo Sbarazzino era più facile e confortevole.

Oggi, dunque, Moto Morini ritorna nel mondo delle due ruote a pedali ma integrando la spinta di un motore elettrico. Il primo modello di questa nuova gamma è la Limited E-Bike, una due ruote per l’ambiente urbano ma dall’animo sportivo, caratterizzata dalla qualità artigianale delle nostre moto assemblate a mano. Solo 30 esemplari ed un prezzo concorrenziale (2.050 Euro) per salutare il ritorno dell’azienda in questo settore che negli ultimi anni sta vivendo un momento particolarmente felice. Nel rispetto del made in Italy che è uno dei valori principali di Moto Morini, è stato scelto Milano Bike come partner per la progettazione e l’assemblaggio.

La pedalata assistita c’è ma non si vede. Il telaio in alluminio con finitura lucida non lascia intravedere alcun dettaglio della tecnologia completamente nascosta nel mozzo della ruota posteriore: così, all’apparenza sembra una “normale” bicicletta che però integra la migliore tecnologia oggi disponibile. A partire dal motore Zehus all-in-one da 250 W che consente una velocità massima di 25 km/h (limite previsto dalle norme). Ad alimentarlo, una batteria agli ioni di Litio da 160 wh che si ricarica tramite il movimento dei pedali e grazie alla frenata rigenerativa. A comandare l’elettronica di bordo, invece, un’app dedicata e gratuita, disponibile sia per dispositivi Android che iOs. Il peso contenuto in soli 13,5 kg – quanto una normale bicicletta – consente di muoversi sia con la pedalata assistita che con la sola forza delle gambe, senza l’onere di muovere un peso eccessivo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *