Nasce H-CAMPUS, un polo dedicato all’innovazione

Passo importante nella strategia di H-FARM, realtà innovativa in grado di supportare la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione ed educazione dei giovani e delle aziende italiane in un’ottica digitale capitanata da Riccardo Donadon. Ha preso infatti ufficialmente il via l’operazione che dà il via allo sviluppo di H-CAMPUS, il progetto destinato a diventare il più importante polo dedicato all’innovazione a livello europeo.

H-CAPUS sarà in grado di ospitare nelle proprie strutture oltre 3000 persone tra studenti, giovani startupper, docenti, imprenditori e manager. E sarà proprio la condivisione di uno stesso luogo che favorirà il processo di contaminazione, lo scambio di idee, la creazione di opportunità, la nascita di stimoli e condivisione di esperienze e buone pratiche da cui trarre ispirazione ed esempio. Un unicum a livello europeo: H-CAMPUS sarà non solo un punto di osservazione privilegiato sul futuro, sulle nuove tendenze del mondo del lavoro e dello sviluppo tecnologico, ma anche un serbatoio di talenti e competenze unico a cui attingere per lo sviluppo economico e culturale del Paese.

L’operazione sarà possibile grazie ad un accordo che prevede la costituzione di un Fondo Immobiliare, gestito da Finint Investments SGR, e prenderà il via una volta ottenute le autorizzazioni amministrative relative all’edificabilità delle aree: sarà sottoscritto da Cattolica Assicurazioni, che deterrà una quota del 56%, con il supporto del fondo FIA2 “Smart housing, Smart working, Education & Innovation” gestito da CDP Investimenti Sgr che deterrà una quota del 40% e Cà Tron Real Estate (la società dei fondatori di H-FARM) con una quota del 4%.

Il Fondo conterà a regime su un attivo immobiliare di 101 milioni di euro costituiti da 32 milioni di asset esistenti, acquisiti da Ca’ Tron Real Estate, 10 milioni di euro di asset già di proprietà di Cattolica, a cui si aggiungono 59 milioni di liquidità che consentiranno la realizzazione e lo sviluppo del nuovo progetto.

È previsto l’ampliamento della già estesa superficie occupata da H-FARM, che oggi insiste su 14 mila metri quadri edificati e ben 12 ettari di parco, con l’aggiunta di ulteriori 31 ettari di terreno, all’interno dei quali verranno realizzati i 26 mila metri quadri di nuovi edifici, per un controvalore complessivo di 69 milioni di euro. H-FARM avrà la disponibilità dell’intero complesso in forza di un contratto di locazione trentennale che le permetterà di programmare le proprie attività con un orizzonte temporale adeguato ai piani di sviluppo.

“La nostra generazione ha una responsabilità enorme nei confronti dei giovani e del tessuto economico che oggi regge la nostra società civile. Nei prossimi 10 anni il mondo che conoscevamo scomparirà definitivamente con l’introduzione dell’innovazione, non solo tecnologica, ma anche di modello che pervaderà tutto. È nostra responsabilità aiutare il Paese e i giovani a cogliere le opportunità che si profilano all’orizzonte.”, ha dichiarato Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-FARM, “Siamo davvero felici che Cattolica e il Fondo FIA2 condividano la nostra visione e che per questo abbiamo deciso di investire in questo progetto dimostrando di voler essere protagonisti del futuro che immaginiamo. Grazie a questa collaborazione abbiamo la possibilità di concretizzare il progetto in cui crediamo e faremo di tutto perché diventi un luogo di eccellenza del nostro Paese”.

L’Amministratore delegato di Cattolica Assicurazioni, Giovan Battista Mazzucchelli ha dichiarato: “Per Cattolica investire con un partner istituzionale prestigioso come Cassa depositi e prestiti nel Fondo immobiliare che mette H-FARM in condizione di dar vita ad un polo formativo sull’innovazione di respiro internazionale è una scelta finanziaria, economica e culturale pienamente coerente con le ragioni che nel 2012 hanno portato il Gruppo ad acquisire la Tenuta di Ca’ Tron. Con la realizzazione del progetto H-Campus si mette in campo una opzione strategica di sviluppo che dà valore e prospettive di crescita al territorio all’insegna dell’innovazione”.

Aldo Mazzocco, responsabile Area Group Real estate di Cassa depositi e prestiti, commenta così l’operazione: “Abbiamo dato vita insieme a Cattolica ad un pool di investimento con l’obiettivo di sostenere una importante realtà italiana del mondo dell’innovazione quale è H-FARM, di cui il Campus rappresenterà il pilastro “educational”. Si tratta di un investimento coerente con la vocazione del nostro fondo FIA2, gestito da CDP Investimenti Sgr, dedicato alle nuove forme dell’abitare, degli ambienti di lavoro e dell’educazione”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *