Nokia, si allarga la famiglia Lumia

1200-nokia_lumia_930_family

In occasione del Microsoft’s Build 2014, Nokia ha svelato tre nuovi modelli della famiglia Lumia: il Lumia 630, il primo dual-SIM di gamma, il Lumia 635 e il modello di punta il Lumia 930. Tutti e tre usufruiranno del sistema operativo Windows 8.1 (che introduce novità come la  tastiera World Flow più agevole e l’Action Center per avvicinare le persone a ciò che più interessa loro) e integrano il “SensorCore”, un innovativo sensore di movimento a basso consumo energetico per utilizzare Bing Health and Fitness.

1200-nokia_lumia_930_family

“Oggi presentiamo al pubblico il meglio di Lumia e il meglio di Microsoft attraverso tre sorprendenti dispositivi basati su Windows Phone 8.1. Accanto alle innovazioni Microsoft, Nokia offre  un’esperienza imaging senza compromessi, un design straordinario e innovazioni che migliorano l’utilizzo business” ha dichiarato Stephen Elop, Executive Vice President Devices & Services di Nokia. “Siamo inoltre lieti di rendere disponibili tutti gli aggiornamenti di Windows Phone 8.1 anche per i dispositivi Lumia equipaggiati con Windows Phone 8, che tanto sono stati apprezzati dal pubblico”.

Il 930 rappresenta il top di gamma della nuova serie. Vanta una fotocamera da 20 megapixel con ottica ZEISS e Rich Recording. Sotto il display da 5 pollice ed un design accattivante, vi è un potente processore quad-core Snapdragon da 2,2 GHz che consente di ottenere di più da app, giochi, internet e servizi integrati Microsoft, quali OneDrive e Microsoft Office.

Gli altri due montano un processore quad-core Snapdragon. Entrambi hanno uno schermo LCD da 4,5 pollici, pensato per offrire eccezionali opportunità di svago con app e giochi, tra cui Asphalt 8 e Vimeo. Offrono una scelta più ampia con tre versioni, ovvero il Lumia 630 nella versione 3G single-SIM e il primo Lumia Dual-SIM 3G, alle quali si unisce la velocità del Lumia 635 nella versione 4G/LTE.


 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *