Pitti Uomo, ecco cosa vedremo…

Pitti Uomo è arrivato alla sua 89ª edizione e dal 12 al 15 gennaio prossimo sarà il centro della nostra esistenza. E già perché, è inutile negarlo, la moda piace a tutti noi e le recenti ricerche ci indicano come l’uomo moderno sia sempre più portato verso la riscoperta della propria eleganza e di uno stile ultra contemporaneo, che non dimentichi però di far riferimento ai grandi classici del passato.

Ed ecco che il Pitti Uomo con il suo formato consolidato (di cui vi parliamo anche nell’intervista al CEO di Pitti Immagine su Uomo&Manager di Dicembre 2015) a cui si aggiungono, ad ogni edizione, temi particolari, mantiene inalterato il proprio appeal. “Pitti Generation(s) è il tema-guida dei saloni di gennaio – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – e parlerà della simultaneità di tante generazioni diverse nella moda e negli stili di oggi. La velocità del contemporaneo comprime e mixa il tempo personale e generazionale, tra riflessi nostalgici e sperimentazione, in un globale superamento di confini. Così Pitti Generation(s) racconterà con ironia e leggerezza un’epoca dove l’età si rivela sempre più uno stato mentale che anagrafico, con uomini maturi in jeans e t-shirt e giovani dalle barbe vittoriane con la passione per il vintage”.

Sono davvero tanti i top brand che prenderanno parte alla rassegna fiorentina presentato le loro creazione A-I 2016/2017. Carlo Pignatelli svelerà la sua collezione caratterizzata dalla ricercatezza a tutto tondo, dove il concetto dell’eleganza legato all’occasione viene traslato nell’uso dell’abito anche per il quotidiano. Massimo Rebecchi ci regalerà un mix match di colori e fantasie per l’effetto sportswear e urban style sui tessuti di alta quali, in cui spiccheranno accostamenti inediti di fantasie e tessuti pregiati, ricercati effetti sui filati di lana, inserti moderni e tecnologici. La nuova collezione Luigi Bianchi Mantova Sartoria ruota intorno ai temi cardine del calore, della leggerezza (di pesi e di costruzione) e della natura. Filati pregiati e naturali, dalla mano calda, ma con pesi decisamente contenuti.  Il brand L.B.M.1911, sinonimo di eccellenza sartoriale in tutto il mondo, conferma la sua vocazione alla ricerca e all’innovazione anche nelle scelte stilistiche Autunno/Inverno 2016-17. Per la prima volta nella stagione invernale, viene presentato l’abito tinto capo, realizzato in tessuti trattati con procedimenti e finissaggi particolarmente delicati che rendono più leggeri e smorzati gli aspetti di usura cui si deve il caratteristico “effetto old”.  Di respiro internazionale ma focalizzata su un concetto “di classe” tutto italiano: è la collezione Uomo Siviglia che anticipa i trend per l’Autunno-Inverno 2016-2017. Modelli con una o due pences e con risvolti alti sostituiscono i tagli “a carota”: il pantalone si allarga sul fondo della gamba per rispondere a criteri di stile in linea con le caratteristiche dei mercati esteri. Il risultato è frutto dello studio accurato all’interno del “laboratorio” Siviglia che mette in luce i capi più trendy della stagione.  Circle of Gentlemen  porta l’eleganza metropolitana in una nuova dimensione con una proposta che abbina liberamente lo stile americano di Wall Street con il preppy britannico, mentre per chi ama un look decisamente più sportivo, immancabile sarà una visita all’area riservata ad Aeronautica Militare, la cui collezione mette in evidenza il mix fra tradizione e innovazione che si fondono mantenendo sempre le giuste proporzioni, per trasmettere energia ed entusiasmo a chi la indossa. E ancora, Castori, Lamberjack, Bensimon, Albert Premi con le scarpe, la conferma di Mr. Gherardini tra gli accessori e molti altri allieteranno le giornate alla Fortezza da Basso con collezioni decisamente accattivanti e glamour.

E per chi vuole evitarsi le file, il nostro consiglio è di scaricare l’app PittiSmart che permette di vivere al meglio l’esperienza del prossimo Pitti Uomo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *