“Professioni e competenze del futuro”: date la vostra opinione!

Quali saranno le professioni, ma soprattutto le competenze che verranno richieste ai professionisti nel prossimo futuro. È questa la domanda che torna a porsi Fonditalia, il Fondo Interprofessionale costituito da UGL e FederTerziario, in un sondaggio posto online a imprenditori, lavoratori, consulenti e formatori sui temi legati alla formazione continua.

Quali saranno le figure professionali ad avere un maggiore sviluppo nel prossimo futuro? E quali competenze risulteranno essenziali? Nella Sua azienda vengono realizzate attività di formazione? Vengono introdotti processi innovativi? Viene considerato l’incremento delle competenze trasversali, intese come abilità personali, relazionali, cognitive, organizzative? Sono queste alcune delle domande a cui si è chiamati a rispondere. Un breve questionario di pochi minuti per fare un punto sulla situazione attuale e quella futura.

Il sondaggio si chiama “Professioni e competenze del futuro” ed è stato realizzato in collaborazione con ExpoTraining, la fiera nazionale della formazione, lavoro e sicurezza e Fiera Milano.

Le risposte al sondaggio (che si trova al link https://it.surveymonkey.com/r/fonditalia2016) possono essere anonime, ma se si intende ricevere maggiori informazioni su FondItalia e su come poter far finanziare la formazione continua per la propria impresa è possibile lasciare i propri riferimenti. Il sondaggio resterà online alcuni mesi, dal 14 giugno al 30 settembre 2016.

I dati verranno resi noti alla stampa in occasione di ExpoTraining, la fiera della formazione, che quest’anno si svolgerà nei giorni 25 e 26 ottobre 2016, in Fiera Milano City. Un appuntamento ormai diventato un punto di riferimento per un settore strategico come quello della formazione continua, che in Italia cresce ma che resta comunque indietro rispetto agli paesi UE.

“La formazione continua rappresenta il primo strumento per consentire ai lavoratori di aggiornare le loro competenze e trasformare i loro profili professionali per affrontare al meglio i cambiamenti messi in atto dalle realtà produttive” – Ha dichiarato Francesco Franco, Presidente di FondItalia. “Interessarsi alle organizzazioni, a chi vi lavora e al loro modo di lavorare, significa ripensare in maniera costante l’economia di un Paese”

“Interrogarsi sulle competenze che si riveleranno essenziali nel prossimo futuro, in particolar modo quelle connesse con web e ambiente, significa indirizzare le politiche di un Fondo a rappresentare un effettivo strumento di supporto per incrementare la competitività delle imprese e l’occupabilità dei lavoratori” – ha aggiunto Egidio Sangue, Vice presidente e Direttore di Fonditalia.

“La formazione è il fattore di proiezione politica e culturale di una nazione il cui investimento determina un tassello importante nella costruzione di un’economia della conoscenza”. – Ha dichiarato Carlo Barberis, patron di ExpoTraining. “In una strategia di Lifelong Learning, la formazione continua eleva la qualità dei saperi e delle competenze dei lavoratori e delle organizzazioni, garantendone di riflesso il l’elevazione del benessere e la riduzione della povertà”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *