Sicurezza online: biometria vocale, è questa la soluzione?

Nuance-VoiceBiometric1

Difendere la propria privacy online è un problema di tutto e le password ostacoli troppo semplici da saltare per chi di professione trafuga i dati personali altrui. Si cercano soluzioni, rimedi efficaci e tra questi l’azienda Nuance, propone una alternativa che potrebbe rappresentare una valida opzione per il futuro. L’85% delle persone è insoddisfatta degli attuali metodi di autenticazione.

La tecnologia di biometria vocale Nuance è leader del settore, con oltre 45 milioni di impronte vocali distribuite, che corrisponde a circa l’80% delle impronte vocali disponibili sul mercato. La tecnologia di biometria vocale Nuance viene utilizzata per velocizzare l’accesso dei clienti ai propri account, automatizzare il rilevamento delle frodi nell’ambito dei centri di contatto e persino consentire ai dipendenti di automatizzare i processo di reimpostazione delle password.

Una scelta sempre più radicata, un metodo utilizzato per l’autenticazione, che dimostra di essere una alternativa, valida, comoda e sicura. I dati raccolti da Opus Research dimostrano che, tra il 2015 e il 2016, l’autenticazione tramite biometria vocale sarà destinata a crescere da 308 milioni a 420 milioni di dollari in tutto il mondo a un tasso del 36%.

Dai sistemi telefonici automatizzati alle applicazioni mobili, aziende di livello enterprise in tutto il mondo stanno diffondendo rapidamente le tecnologie di biometria vocale come metodo valido e sicuro per l’autenticazione dei clienti, ottimizzando la customer experience con una semplice passphrase pronunciata a voce.

“La comunità globale ci sta mostrando che la biometria vocale viene considerata una valida alternativa a PIN e password, in particolare in quei settori in cui è richiesto un elevato livello di sicurezza, ad esempio quello bancario,” commenta Robert Weideman, Executive Vice President e General Manager della divisione Enterprise, Nuance. “Il problema delle password è universale e la biometria vocale offre una straordinaria opportunità alle aziende di tutto il mondo non solo di potenziare i livelli di sicurezza ma anche di migliorare la customer experience”.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *