Startupbootcamp FoodTech, acceleratore si startup food

Startupbootcamp, l’acceleratore verticale globale di startup, ha annunciato oggi il lancio, di Startupbootcamp FoodTech, il primo programma di accelerazione globale e indipendente al mondo nel settore foodtech, che avrà sede a Roma.

Al fianco dell’iniziativa, realtà importanti come Gambero Rosso, LVenture Group, Monini, Cisco, M3 Investimenti ed altri investitori. Dunque, chi ha una startup nel settore foodtech, può partecipare facendo ora l’application per questo nuovo programma.

“Il Food rappresenta il più grande mercato di consumo al mondo”, ha detto Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso, principale advisor del programma. “Grazie a costi sempre più ridotti, le nuove tecnologie stanno imprimendo una trasformazione radicale nei modelli tradizionali di produzione, processo, tracciamento, sicurezza, marketing, commercializzazione, trasporto, consegna, certificazione, monitoraggio e riciclo. Le innovazioni emergenti nei settori del software, intelligenza artificiale (AI), e-commerce, Big Data, Internet of Things (IoT), blockchain, Virtual Reality /Augmented Reality (VR/AR), wearable, droni, stampanti 3D e robotica stanno entrando nel mercato trasformando radicalmente il modo in cui le aziende operano”.

Entro il 2020 si prevedono circa 285 milioni di dispositivi IoT (Internet of Things) installati nell’intera filiera agro-alimentare, di cui circa 75 milioni di devices impiegati nelle sole aziende agricole.

Il programma di accelerazione Startupbootcamp FoodTech ha come obiettivo quello di diventare la principale destinazione nel mondo per imprenditori e investitori operanti nel foodtech. Il programma fornirà alle startup accesso diretto ai contatti chiave del settore, tra cui:

  • più di 100 mentor da start-up e aziende come Facebook, Amazon, Cisco, Google, Intel, Salesforce, The Fork (compagnia di Trip Advisor) e molti molti altri
  • oltre 1.000 Business Angel e VC come Accel, Endeit, Earlybird, Sunstone, Google VC, e molti altri
  • oltre 200 attori influenti nelle industrie alimentari, nonché leader esperti del settore foodtech

Grazie a questa collaborazione, le startup selezionate realizzeranno in soli 3 mesi ciò che normalmente richiederebbe 18 mesi.

Startupbootcamp FoodTech è il primo acceleratore globale internazionale lanciato in Italia. Il programma di accelerazione sarà diretto da manager ed imprenditori seriali come Peter Kruger (CEO & fonder) e Paolo Cuccia (Chairman & Co-founder) con il supporto di leader globali di settore.

“Questa settimana l’Italia si pone stabilmente al centro della scena foodtech mondiale” ha detto Peter Kruger, CEO e founder di Startupbootcamp FoodTech. “Mentre a Milano si tiene Seeds And Chips, il maggiore evento al mondo per le startup operanti nel foodtech, siamo qui a Roma per rafforzare la presenza italiana nel settore, lanciando il primo acceleratore globale indipendente di startup foodtech al mondo”.

Startupbootcamp FoodTech ogni anno investirà in 10 startup del settore foodtech, fornendo Euro 15.000 di capitale, oltreché servizi di tutoraggio e mentoring, 6 mesi di ospitalità (inclusi 3 mesi di accelerazione) e l’accesso ad un network di partner di settore, investitori e fondi di venture capital internazionali. Il programma sarà gestito presso gli uffici Startupbootcamp FoodTech situati a Roma in uno spazio interamente dedicato di 400 mq, presso lo Spazio M3, di fronte alla Basilica di San Giovanni, proprio nel cuore della città.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *