Tecnologia Beacon: un vantaggio per brand e clienti

luca_vajani_ariestech_foto

Quanto tempo si risparmierebbe se, cercando qualcosa in un determinato luogo, ci arrivassero direttamente sullo smartphone, le offerte del momento? O ancora, diventare protagonista di un evento interattivo direttamente dal proprio device?

Questo ora è possibile attraverso le applicazioni mobile che interagiscono con la tecnologia Beacon e che garantiscono al consumatore una nuova shopping experience. Come? Distribuendo agli smartphone o ai tablet che si trovano nel suo raggio d’azione (da 10 centimetri a 70 metri) contenuti associati al luogo specifico e garantendo una completezza d’informazioni che permette all’utente di vivere attivamente il processo decisionale d’acquisto. Indubbi i vantaggi per i clienti, ma anche quelli per i vari brand non sono pochi.

Infatti, grazie alla tecnologia Beacon accrescerà la capacità di fidelizzazione dei clienti abituali e l’attrattività sui clienti potenziali, interagendo con i consumatori nel momento “chiave” e disponendo in qualsiasi momento delle analisi dei comportamenti d’acquisto.

“Grazie alle applicazioni Beacon sono le informazioni a raggiungere gli utenti, in modo mirato, con estremo tempismo e nel rispetto delle scelte di ciascuno” spiega Luca Vajani, Dirigente Aries Tech, Software House di Milano. “In questo modo i consumatori, grazie alla lungimiranza dei brand, possono vivere un’esperienza unica, personalizzata, e davvero su misura delle singole esigenze, diventando parte attiva di un processo decisionale di acquisto e protagonisti di un’esperienza coinvolgente. Marketing di prossimità, coupon e offerte, indoor mapping, guide turistiche e museali, servizi, analisi, domotica, sono solo alcune delle destinazioni d’uso delle applicazioni Beacon. Cosa occorre? Scaricare un’applicazione realizzata ad hoc, avere uno smartphone aggiornato e il bluetooth acceso. Niente di più facile. Aries Tech ha deciso di investire sullo sviluppo di questa tecnologia perché crediamo nelle soluzioni che semplificano la vita quotidiana le macchine devono essere al servizio dell’uomo, non il contrario”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *