Traslochino, start up in espansione

In un’epoca in cui trovare un lavoro, al di là di ciò che qualcuno vuole propinarci, è quasi impossibile la chiave per la propria riuscita professionale è “inventarsi” qualcosa che non c’è. Le start up sono un fortissimo motore della nostra economia e danno lavoro a migliaia di giovani e meno giovani, creando di fatto un mercato vivace e brioso, pieno di appeal per chi vuole emergere dalla massa. I founder di Traslochino (www.traslochino.it) si sono basati proprio su questi principi ispiratori per creare la propria impresa.

Tre giovani imprenditori, tre innovatori che hanno creato dal nulla una realtà che si sta imponendo in poco tempo all’attenzione di tutti. Roberto Dell’Ariccia, CEO, ha 35 anni, è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni all’Università La Sapienza di Roma ed ha 10 anni di esperienza nell’industria con un MBA in Ingegneria Gestionale all’Università di Roma Tor Vergata; Davide De Luca, COO e designer di 29 anni, nato a Benevento e trasferito a Roma per studiare dopo il diploma di specializzazione allo IED, aveva già all’attivo un’esperienza in un’altra start up; Riccardo Berti, CTO di 43 anni, da sempre appassionato di scienza, tecnologia e programmazione. Laureato in Fisica, ha fatto il programmatore di mestiere per quasi 15 anni e ora è passato al Project Management. Tre manager per un progetto comune: mettere in contatto persone che devono traslocare con altre persone che vogliono aiutarle in cambio di un compenso. Tutto molto semplice, tutto molte lineare.

La piattaforma di Traslochino, per ogni richiesta che riceve, raccoglie tutte le informazioni necessarie per ottimizzare i tempi e consigliare sempre la persona più adatta alle esigenze. Una volta completato il trasloco è previsto un feedback reciproco per cliente e traslocatore. I feedback sono poi visibili sui rispettivi profili e servono a guidare la scelta di clienti e traslocatori per i successivi traslochi.

Nessuna imposizione sui prezzi è prevista, ma il compenso viene stabilito direttamente dalle persone che accettano di candidarsi per il lavoro. Il business di Traslochino è prendere una percentuale fissa su quanto stabilito fra traslocatore e cliente.

Traslochino è una realtà giovanissima ma il riscontro sul mercato è stato notevole: in pochissimi giorni sono state oltre 100 candidature per lavorare solo su Roma che hanno permesso alla start up di creare un database con cui gestire le richieste di piccoli traslochi.
Attualmente l’attività si svolge solo su Roma ma l’espansione in altre città è assolutamente naturale in virtù anche dell’App che affiancherà la piattaforma web nel 2016.

La sharing economy è il futuro e un numero sempre maggiore di startupper se ne è accorto da tempo. Traslochino è entrato a far parte di questo novero.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *