Video advertising outstream: Teads punta sul mobile

ob_d66979_teads-offices-nyc

L’obiettivo è sempre stato quello di promuovere, attraverso la propria piattaforma, il video advertising outstream e a trovare nuove formule di monetizzazione per i publisher online. Ma ora Teads alza il tiro e annuncia che le campagne video non saranno solo distribuite attraverso il mobile web ma anche all’interno delle app grazie all’SDK.

Una feature importantissima che rappresenta il primo esempio per l’intera industry e sarà un’enorme opportunità di dialogo tra Teads e i suoi importanti publisher mondiali come Reuters, Forbes, The Washington Post, The Guardian e Nikkei. Con il lancio dell’SDK, i partner di Teads avranno la possibilità di posizionare i video pubblicitari outstream direttamente nel cuore delle proprie app, allargando le possibilità di inventory premium per i brand.

I formati video pubblicitari outstream non necessitano di un contenuto video già esistente per essere distribuiti, bensì vengono posizionati fuori da questi contesti, generando nuove inventory premium. I publisher possono facilmente, i questo modo, utilizzare l’SDK per inserire gli ad video outstream all’interno di feed o tra due pagine, monetizzando al meglio l’inventory della propria app.

L’executive Chairman di Teads, Pierre Chappaz commenta: “Con il rilascio del primo SDK mobile per i formati outstream dell’intero settore, gli advertiser hanno, in un momento in cui l’inventory premium rimane ancora scarsa, un nuovo modo per raggiungere la propria audience in-app. Inoltre, per i publisher significa essere in grado di monetizzare tramite le proprie app come mai prima”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *