Worketipo: il social network che rende trasparenti sul lavoro!

È online Worketipo.com, il social network che rende trasparenti le referenze e competenze professionali delle persone da parte di chiunque voglia esprimere una recensione in questo ambito.

La piattaforma è libera e gratuita: gli utenti si registrano ed inseriscono le proprie attitudini e capacità lavorative con la propria foto; chiunque può aggiungere considerazioni e pareri sulla persona o sull’azienda, consentendo ai visitatori di worketipo.com di farsi un’idea sull’artigiano o l’agente di commercio che intendono cercare, grazie alle recensioni scritte dai suoi clienti, colleghi o collaboratori. Proprio le recensioni costituiscono il fulcro dell’azione del sito Worketipo.

Un utilizzo in stile social

La ricerca di un professionista o di una prestazione lavorativa è sempre più attiva e frequente attraverso il web, amplificata dallo scambio e dalla condivisione di esperienze e consigli sulle nuove piattaforme social. Con Worketipo, ogni utente diventa un brand che crea la propria immagine e gestisce la propria reputazione online grazie alle recensioni e alle conversazioni che si instaurano in via del tutto trasparente nel social network. “L’idea è stata quella di inscatolare in una piattaforma interattiva le opinioni e i giudizi che gli altri hanno di noi in campo professionale in ogni tipo di lavoro, con l’intento di diventare il punto di riferimento online per gestire le referenze delle persone, mettendole in relazione anche per le loro curiosità e caratteristiche personali”, afferma l’imprenditore Giuseppe Poggio, creatore di Worketipo. “Una sorta di social job che introduce agli aspetti e alle inclinazioni più private di una persona. La piattaforma è in continuo sviluppo e presto vi saranno ulteriori funzioni”.

Cosa distingue Worketipo

A differenza di altri siti e social, worketipo è basato su “relazioni” e “tag”, consentendo di mettere insieme alcune funzionalità tipiche dei social network : seguire e collegare persone che hanno lavorato insieme; raccogliere referenze verificate; ricerca per tag su professionalità, progetti, competenze, aziende e luoghi. “Etica e trasparenza sono alla base della piattaforma – conclude Giuseppe Poggio – come dettagliato nelle condizioni di fruizione del servizio. Premesso che gli utenti possono sempre replicare alle recensioni sul proprio conto, o cancellarsi in qualsiasi momento, non sono ammesse opinioni offensive, discriminatorie, diffamatorie”.

Tratto da Uomo&Manager di Gennaio 2016

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *