Il biglietto da visita: i dati che non possono mancare

businesscard

Il biglietto da visita, o business card, è fondamentale per tutti noi. Presentandosi ad un interlocutore, la prima cosa da fare dopo la classica stretta di mano è offrirgli il nostro biglietto da visita, affinché possa archiviarlo e ricordarsi di noi al bisogno. Ma come deve essere realizzato? Quali sono i dati indispensabili che non devono mancare?

Ci sono varie scuole di pensiero a tal proposito. Fino a qualche tempo fa, alcuni professionisti, usavano scrivere sulla propria business card semplicemente il proprio nome e cognome, utilizzando caratteri particolari, spesso molto eleganti.

Ma la funzione del biglietto da visita non è unicamente quella di far ricordare il nome di una persona o di un professionista, bensì di far collegare quel nome ad una funzione specifica e al motivo per il quale ci si è incontrati.

Per questo, diventa indispensabile che sul biglietto da visita sia presente il ruolo che si svolge in una determinata azienda, o nel caso di libera professione, della qualifica.

Nella stragrande maggioranza dei casi, se offriamo la nostra business card a qualcuno, è perché saremmo felici di essere contattati e se un tempo era sufficiente che fosse presente il numero di telefono del proprio ufficio, oggi è quantomeno utile inserire anche il numero di telefono del proprio smartphone. Non è sbagliato, qualora lo si utilizzi spesso, inserire anche il proprio contatto Skype.

Altro contatto indispensabile da inserire sul nostro biglietto da visita è certamente l’indirizzo di posta elettronica: oggi è il metodo più frequente di contatto fra i professionisti e l’arrivo degli smartphone e dei tablet, che permettono la consultazione della propria casella email anche in mobilità, facilità tutto questo.

Nel caso di un libero professionista è sufficiente inoltre inserire un riferimento del proprio ufficio, come indirizzo “fisico”, mentre se si lavora per un’azienda, si usa inserire sulla propria business card, anche il logo e l’indirizzo della sede sociale.

Per quanto riguarda la forma, in questi ultimi anni abbiamo assistito al passaggio dal biglietto rettangolare classico, alle più svariate forme: triangoli, quadrati, stilizzati, sagomati. La scelta è a gusto personale, tenete soltanto a mente, che la maggior parte dei gadget porta biglietti da visita è a firma rettangolare…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *