Articoli

,

LevelHUB, design e tecnologia per un ufficio smart

Un luogo che offre nuove soluzioni per lo smart working, volte a rinnovare le consuetudini legate al modo di vivere gli ambienti di lavoro. Si chiama LevelHUB ed è stato inaugurato oggi tra le splendide colline del Parco di Montevecchia e del Curone in provincia di Lecco.

Continua a leggere

Lavoro da casa: occhio alle distrazioni e al… cibo!

Smart Working sì, lavoro da casa no. Sebbene esercitare fra le mura domestiche la propria professione sia ormai una consuetudine per molti, esistono dei fattori che devono far riflettere. Secondo uno studio di Spaces, la nuova offerta internazionale di spazi di lavoro che promuove una comunità dinamica per imprenditori, manager e aziende, il 19,7% degli intervistati è abituata a lavorare da casa per la maggior parte del tempo. Ma lo studio rivela che per la metà degli italiani (50,3%) lavorare da casa può diminuire il rendimento professionale.

Continua a leggere

È uscito Uomo&Manager di Giugno! Ed è gratis!

Il numero di Uomo&Manager di Giugno 2017 è uscito e ora è possibile scaricarlo gratuitamente! La rivista edita da DCNETWORK di Valerio Di Castro Editore, è ormai da tempo un punto di riferimento prezioso nel settore del business e nella comunità dei professionisti di sesso maschile e questo le consente di intraprendere la via della distribuzione gratuita. Questo senza scalfire e compromettere la qualità del giornale stesso!

Continua a leggere

Smart Working? Aiuta a concentrarsi meglio…

Smart Working, lavoro da casa, lavoro da remoto. Chiamatelo come volete, ma a quanto sembra è una scelta sempre più gradita da chi è nel mondo del business. Secondo il nuovo studio commissionato da Regus, il fornitore di soluzioni ufficio flessibili, infatti, quasi la metà (47%) dei lavoratori italiani che accusano sintomi di “claustrofobia” trova sollievo nel cambiare ambiente di lavoro.

Continua a leggere

Smart Working, BMW Italia lancia un progetto pilota

Dello smart working se ne parla sempre più spesso e le grandi aziende, pian piano si stanno rendendo conto di come questo sistema di lavoro possa risultare egualmente produttivo. Tra queste c’è BMW Italia che ha avviato nel novembre dello scorso anno un progetto pilota relativo allo smart working che ha coinvolto fino ad ora 21 collaboratori e che sarà presto esteso ad altri dipendenti dell’azienda.

Continua a leggere

Uffici virtuali: una nuova tendenza prende piede

C’era una volta l’ufficio. Quello in cui la mattina si entrava, si davano (o si ricevevano) indicazioni su cosa fare, ci si metteva alla scrivania, si telefonava, si ricevevano clienti o collaboratori. Oggi è cambiato tutto e spuntano come funghi gli uffici virtuali ed i coworking. Ma cosa sono precisamente?
Continua a leggere

Inaugurata oggi a Milano la nuova Microsoft House

Microsoft vuole diventare un ponte fra chi vuole avvicinarsi al mondo del digital e le opportunità che questo propone. Apertura, collaborazione, flessibilità e innovazione: questi i pilastri alla base della Microsoft House, la nuova sede di Microsoft Italia inaugurata oggi a Milano in Viale Pasubio 21, nel dinamico quartiere di Porta Volta.

Continua a leggere

,

Nissan presenta il suo concetto di ufficio mobile… ovviamente ecologico!

Il tragitto da casa a lavoro vi fa perdere tempo prezioso? Nissan risolve il problema proponendo nell’ambito della mostra The Japanese House in esposizione al MAXXI di Roma il suo e-NV200 progettato per diventare un vero e proprio ufficio mobile.

Continua a leggere

Coworking, quando il lavoro fa rima con collaborazione

Il mondo del lavoro sta cambiando e andiamo sempre di più verso il concetto di smart working, con condizioni professionali più flessibili anche per il fisico. L’era della digitalizzazione sta progressivamente cambiando gli spazi di lavoro che diventano un momento fondamentale per l’aggregazione, la contaminazione di idee e il loro sviluppo. Nello specifico, si chiamano coworking, o semplicemente cowo, e sono spazi condivisi dove professionisti di settori diversi possono incontrarsi, lavorare e interagire tra loro. A poco più di dieci anni dalla loro invenzione (nel 2005 a San Francisco), anche in Italia si sta diffondendo l’idea di condividere spazi di lavoro o ingegno sul modello della Silicon Valley nonostante il fenomeno resti ancora non del tutto compreso.

Continua a leggere

Smart Working: l’ufficio si trova con l’app

Manager sempre più smart e lavoro sempre più flessibile. Il diffondersi di smartphone e tablet ha favorito l’aumento dell’opportunità di lavorare da remoto, spesso appoggiandosi anche ad uffici temporanei. Ma come vengono scelti dai professionisti? L’ultimo studio condotto da Regus, il fornitore mondiale di soluzioni ufficio, mostra che un numero sempre maggiore di persone amanti della tecnologia utilizzano le app per trovare la loro prossima sede di lavoro.

Continua a leggere

Quanto influenza il business l’uso di tecnologia mobile?

Permettere ai propri dipendenti di lavorare sempre e comunque per aumentare i margini di profitto. Secondo la ricerca “The Mobile Employee Impact” – commissionata da Aruba e condotta a livello globale da The Economist Intelligence Unit (EIU) – c’è un collegamento misurabile tra gli ambienti lavorativi che assegnano la priorità alle tecnologie mobile e la crescita delle prestazioni dell’azienda. Attraverso strategie mobile adeguatamente sviluppate e implementate, si registra infatti un incremento del coinvolgimento personale dei dipendenti, tanto da spingere 4 su 10 degli intervistati a ritenere l’utilizzo di smartphone e tablet sul lavoro condizione essenziale per la scelta dell’azienda.

Continua a leggere

Uomo&Manager di Maggio è uscito! Ed è gratis!

Il numero di Uomo&Manager di Maggio è uscito e ora è possibile scaricarlo gratuitamente! La rivista edita da DC NETWORK di Valerio Di Castro Editore, è ormai da tempo un punto di riferimento prezioso nel settore del business e nella comunità dei professionisti di sesso maschile e questo le consente di intraprendere una nuova via, quella della distribuzione gratuita. Questo senza scalfire e compromettere la qualità del giornale stesso!

Continua a leggere